menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Copertina libro

Copertina libro

Il libro sui volontari del SCN, ecco il contenuto

L'associazione puteolana Un'Ala di riserva presenta il libro di Raffaele Michele De Cicco

Nel 150° anniversario dell'unità d'Italia ed al 10° dalla nascita del Servizio Civile Nazionale Raffaele M. De Cicco si interroga se quest'ultimo, quale istituto finalizzato alla difesa della Patria, abbia ancora un ruolo da giocare nella società pervasa dalla globalizzazione, oppure se le virtù civiche appartengano ad un mondo che non esiste più.

Attraverso la ricostruzione della via italiana al servizio civile, ancorata alle tappe del processo di modernizzazione del paese, l'autore fornisce una risposta positiva ed originale al quesito iniziale attraverso la definizione di un nuovo paradigma e di una nuova missione dell'istituto. Dai risultati di una ricerca comparata sui servizi civili in cinque paesi europei l'autore trae lo spunto per ipotizzare un servizio civile europeo, distinto ed autonomo da quelli nazionali, al quale assegnare una finalità precisa individuata in questa fase storica nella rivitalizzazione dell'idea del processo di unione e, quindi, nella costruzione di una vera cittadinanza europea, comprensiva anche dei diritti culturali, nel quadro di una società multietnica e multiculturale.

Raffaele Michele De Cicco, laureato in sociologia, ha svolto attività di ricerca economica e sociale e di pianificazione industriale e commerciale. Entrato nella Pubblica Amministrazione nel 1988 è attualmente Consigliere dei ruoli della Presidenza del Consiglio dei Ministri con l'incarico di Coordinatore dell'Ufficio del servizio civile. Dal 1994 si occupa di servizio civile prima presso il Ministero della difesa e poi presso l'Ufficio nazionale per il servizio civile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento