menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei gommoni coinvolti nell'impatto

Uno dei gommoni coinvolti nell'impatto

Incidente Capo Miseno, conducente denunciato: omissione di soccorso

L'impatto tra i due gommoni avvenuto giovedì sera ha tenuto impegnati gli uomini della Capitaneria di Porto di Pozzuoli per tutto il fine settimana. Imbarcazioni sequestrate

Controlli serrati per tutto il week end da parte degli uomini della Capitaneria di Porto di Pozzuoli diretti dal Comandante Caterina Piccirilli. Gli uomini della Guardia Costiera sono stati impegnati in questo fine settimana a causa del sinistro avvenuto giovedì sera nel golfo di Pozzuoli.

Alle ore 21.00, infatti, c'è stata una violenta collisione tra un gommone cabinato di circa 15 metri ed un altro gommone di circa 6 metri e mezzo, con quattro persone a bordo, all'altezza di Capo Miseno. Tre i feriti: due bambini ed una donna, che sono stati subito soccorsi dopo la segnalazione tramite il numero blu d'emergenza della Guardia Costiera che immediatamente ha inviato in zona i mezzi di soccorso. I feriti sono stati portati al Porto per le prime cure mediche, operate dal personale del 118.


Sono partite immediatamente le indagini da parte dei militari della Capitaneria di Porto che, per adesso, hanno portato ad una serie di denunce per tutte e tre le persone coinvolte nell'incidente. Il conducente del mezzo che ha tamponato è stato denunciato per naufragio colposo, lesioni colpose ed omissione di soccorso. L'imbarcazione, di color sabbia, è stata ritrovata presso gli ormeggi di Mergellina, poco dopo l'orario del sinistro. Lo stesso battello è stato ispezionato dal personale della Polizia Scientifica di Napoli e sono stati posti entrambi i natanti sotto sequestro per impedire qualsiasi compromissione delle prove. I tre sono stati interrogati per tutto il pomeriggio sugli eventi, con la stretta collaborazione della Procura della Repubblica di Napoli. Resta a piede libero, quindi, il conducente, almeno fin quando lo deciderà il Magistrato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento