menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il manifesto dell'evento

Il manifesto dell'evento

"Giovane flop". Polemiche sull'incontro organizzato dai quattro ragazzi del Pdl giovani

Polemiche su Facebook. Vietato intervenire per un giornalista flegreo. L'attacco del giovane segretario dell'Udeur, Fortunato Stellitano: "Nessun risultato prodotto. Sfido chiunque a dimostrare il contrario"

Non ha riscosso molto successo l'iniziativa organizzata dai giovani del Pdl di Pozzuoli, nella quale sono stati invitati i giovani consiglieri comunali e i rappresentanti di altre organizzazioni politiche giovanili in modo trasversale.

Nel corso dell'evento, organizzato al Dejavù di Pozzuoli, si è assistito agli scontri che aleggiano tra i Consiglieri della Maggioranza, in particolare per la nomina di Presidente del consigliere Paolo Tozzi, fuoriuscito dal Pdl. Nomina che i Consiglieri di Maggioranza non hanno ancora gradito. Tra l'organizzazione Sara Iasiello, Giuseppe Fiore (aka Peppe Fiore dj), Daniele Albanese e Francesco Zaccariello, con la collaborazione di Silvia Prato del'Udc.

«Una polemica sterile – ha affermato Fortunato Stellitano, giovane segretario dell'Udeur – che non produce effetto positivo alla città e che interessa poco ai giovani. Si è solo accennato del Forum dei Giovani, una breve discussione, progetto che interessa tutti i giovani puteolani, ma con molto rammarico si è limitati ad invitare una parte politica dei Movimenti Giovanili. Continuo a non capire come mai ad oggi nessuno dei Consiglieri giovani e non, si è posto il drammatico problema della disoccupazione giovanile elaborando progetti da presentare in Consiglio Comunale che veda coinvolta l'imprenditoria locale con l'inserimento lavorativo dei giovani». Uno “show dialettico”, così lo definisce Stellitano, visto anche nei precedenti consigli comunali, con “battute ironiche alla fine dell'incontro”. “Nessun risultato prodotto, sfido chiunque a dimostrare il contrario”, attacca ancora Stellitano. «C'è da dire che il rammarico aumenta nel vedere poca partecipazione giovanile – continua il segretario dell'Udeur – ragazzi delusi e allo stesso tempo non presi dalla discussione. È necessaria una presa di coscienza seria e concreta da parte dell'intera Amministrazione per affrontare i disagi giovanili».


Una prima uscita pubblica un po' caotica, quindi, che ha subito non poche critiche. Lo stesso social network di Facebook fa notare tanti commenti negativi: “dall'incontro è emerso in modo marcato la divisione dei consiglieri del centro destra che, per tutto il tempo, si sono beccati come zitelle acide che non avevano nulla da dire, l'una invidiosa dell'altra e che difendevano ognuna la propria fetta di torta. Era evidente la poca sopportazione fisica che avevano l'uno dell'altro” scrive P.F. O ancora: “ho assistito alla riunione di ieri e posso confermare il vuoto cosmico presente nei pensieri (almeno quelli riguardanti il bene della città e le idee pro-giovani) dei consiglieri di centro destra” scrive L.C. I giovani pidiellini annunciano altri incontri come questo. Speriamo migliori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Esplosione ai Colli Aminei, distrutto un negozio

  • Cronaca

    Lite finisce nel sangue, uomo ucciso a colpi di cric

  • Cronaca

    Riaprono i negozi: "Pochi clienti e molte attività sono già fallite"

  • Cronaca

    Tragedia in metropolitana: uomo travolto da un treno

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento