menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Abbracci gratis

Abbracci gratis

Anche a Pozzuoli arrivano "gli abbracci gratis"

Dalle 10.00 di domenica 16 al Lago D'Averno i volontari abbracceranno i passanti. Previsto anche un evento all'ospedale puteolano in località la Schiana, nel reparto di oncologia

Arriva anche nell'area flegrea la giornata nazionale degli abbracci per tutt'Italia. Domenica 16 ottobre, in oltre il 70 per cento delle città italiane, dei volontari “regaleranno” abbracci anche agli sconosciuti. Ricevere abbracci e abbracciare assieme a migliaia di partecipanti i passanti per strada. Questo l'obiettivo dell'evento. La giornata nazionale degli abbracci fa di questo avvenimento siccuramente un’occasione unica al mondo.

“Il fenomeno dell’entanglement della fisica quantistica, come dicono gli organizzatori nazionali, conferma che l’intento deliberato di un tale evento congiunto, che sfocia in un abbraccio collettivo all’intera nazione, ha degli effetti così potenti da generare un gigantesco campo di energia unificato potenzialmente capace di frantumare molte barriere inducendo così molti ad aprirsi”. A Pozzuoli, i volontari, arriveranno fino ai reparti più difficili dell'ospedale “Santa Maria delle Grazie”, in località La Schiana. Alle 13.00, infatti, i dispensatori di abbracci puteolani, faranno visita ai malati del reparto di oncologia.

«La nostra idea – afferma l'organizzatore flegreo, Carmine Cacciapuoti – è quella di abbattere barriere che si sono create tra noi esseri umani. Quando siamo per strada non ci salutiamo nemmeno, in questa giornata, invece, ci abbraccieramo anche con gli sconosciuti. Assicuro – prosegue Cacciapuoti – che è un'emozione fortissima abbracciare una persona estranea. La nostra idea – continua Carmine – è quella di portare anche un “abbraccio di speranza” a tutti i malati del raperto oncologia di Pozzuoli. Dopo l'incontro al Lago d'Averno (che si terrà alle 10.00, ndr) andremo anche all'ospedale per portare speranza, per riconoscere che noi siamo esseri umani e gente che deve recuperare un po' di umanità».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento