Pozzuoli Corso Nicola Terracciano

Pozzuoli, furto alla posta: fiamme ossidriche e martelli pneumatici

Colpita la filiale di Via Terracciano da un commando di circa dieci persone. Presi 40mila euro, danni per circa 150 mila euro

Ennesimo furto a Pozzuoli. Danneggiata, nuovamente, la Posta situata in Via Terracciano, una delle strade principali della città. Seconde le prime ricostruzioni, sarebbero stati una decina, ben organizzati, a commettere il reato. Fiamme ossidriche, ben quattro martelli pneumatici ed altri attrezzi sono stati utilizzati dai ladri per manomettere l'allarme e l'impianto di sorveglianza.

I cavi delle telecamere, infatti, sono stati tagliati, in modo da non poter registrare tutto il furto. Tutto intorno alle 2.30 di stanotte. Sull'accaduto stanno indagando i Carabinieri di Pozzuoli unitamente agli agenti del commissariato di Polizia. Secondo i primi rilievi il bottino sarebbe di circa seimila euro in contanti, presi dalle casseforti dell'ufficio postale. I danni alla struttura ammonterebbero a circa centocinquantamila euro più un ulteriore furto all'armadio dei valori bollati, che ammonterebbe a circa quarantamila euro.

Secondo le prime ricostruzioni la banda di ladri sarebbe entrata al retro e, in seguito, avrebbe sfondato un muro. Con i martelli pneumatici, invece, hanno sfondato la porta blindata che conteneva la cassaforte. È presumibile che, mentre qualcuno lavorava a questo, altri si erano già impegnati a tranciare i fili per evitare di essere ripresi dalla videosorveglianza esterna. Cassaforte e sportello Bancomat, però, non sono stati aperti.

L'arrivo delle forze dell'ordine non ha impedito ai malviventi di scappare via e, in queste ore, si cercano tracce per risalire ai criminali. L'ufficio postale, quindi, stamattina è stato chiuso, per le dovute verifiche e perizie subito dopo l'accaduto. L'utenza è stata trasferita agli ufficio postali di Arcofelice e Monterusciello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pozzuoli, furto alla posta: fiamme ossidriche e martelli pneumatici

NapoliToday è in caricamento