Pozzuoli

Pozzuoli: 15 falsi poveri ritiravano pacco della spesa del comune

Scovati dalla Polizia Municipale, avevano sgravi fiscali ma poi viaggiavano con auto e moto

Carlo Pubblico

La polizia municipale di Pozzuoli, in collaborazione con l'Assessorato alle Politiche Sociali, ha scoperto quindici "falsi poveri" che avevano fatto richiesta di aiuto al Banco alimentare istituito nello scorso aprile dall'amministrazione puteolana con delibera di giunta. Il provvedimento era stato varato per sostenere mensilmente 250 nuclei familiari che versano in condizioni di indigenza, attraverso la distribuzione di derrate alimentari e beni di prima necessità.

I quindici "finti poveri" sono stati smascherati dopo alcune segnalazioni giunte al Comune che hanno fatto scattare i controlli della polizia municipale. Le indagini hanno portato alla luce che questi avventori conducevano una vita non certo disagiata e in particolare che avevano intestato auto e moto (in un caso anche quattro veicoli) immatricolate dopo l'anno 2000 nonostante avessero dichiarato al fisco di essere nullatenenti.

«È inammissibile che ci siano delle persone che approfittino di aiuti riservati a famiglie che vivono in stato di necessità e con reddito zero - ha dichiarato l'assessore alle Politiche Sociali Teresa Stellato - Fortunatamente, grazie ai controlli meticolosi della politzia municipale, li abbiamo scoperti. Ora queste persone perderanno anche le agevolazioni che avevano sulla tarsu».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pozzuoli: 15 falsi poveri ritiravano pacco della spesa del comune

NapoliToday è in caricamento