Pozzuoli

Depuratore di Cuma, Figliolia chiede l'intervento della regione

Il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia e l'assessore Franco Cammino chiedono un'audizione urgente in commissione regionale ecomafie e bonifiche

Il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia e l’assessore all’Ambiente Francesco Cammino hanno chiesto ieri mattina alla Regione Campania e alla Commissione Regionale Ecomafie e bonifiche ambientali un «intervento risolutivo immediato per scongiurare ogni e qualsiasi pericolo per l’ambiente e la salute pubblica e danni alle attività economiche balneari dopo quanto accaduto al Depuratore di Cuma».

In particolare, il primo cittadino di Pozzuoli lancia un appello al governatore Stefano Caldoro: «La Regione intervenga per garantire il corretto funzionamento del Depuratore di Cuma e provveda a compiere gli atti di propria competenza, come del resto già anticipato dall’assessore Romano, per monitorare lo stato di salute delle acque del litorale flegreo».

Ieri mattina l’assessore all’Ambiente Francesco Cammino, che da tempo aveva chiesto al presidente della Commissione Regionale Ecomafie e bonifiche ambientali, Antonio Amato, una audizione sulla questione Cuma ha ottenuto una convocazione urgente della commissione in seduta di audizione per il prossimo 17 luglio alle ore 11.30 presso la sede regionale.

«Ringrazio il presidente Amato per aver prontamente provveduto a convocare la riunione su mio sollecito – sottolinea l’assessore Francesco Cammino – Il 17 luglio saranno auditi in commissione i sindaci di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida, Ischia e Procida e il commissario liquidatore della società Hydrogest Campania spa Oreste Cardillo. Alla audizione parteciperò anch’io per chiedere chiarezza su tempi e modi di avvio del progetto da oltre 50 milioni di euro per la rifunzionalizzazione e ristrutturazione del Depuratore di Cuma. Chiediamo, inoltre, all’Arpac di effettuare una serie di prelievi marini sull’intero tratto di litorale da via Napoli a Licola, in modo da avere dati certi sullo stato di salute del mare senza incappare in inutili allarmismi che danneggerebbero le attività balneari e creerebbero solo danni di immagine».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Depuratore di Cuma, Figliolia chiede l'intervento della regione

NapoliToday è in caricamento