menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Via Cosenza, nel centro di Pozzuoli

Via Cosenza, nel centro di Pozzuoli

Pozzuoli, la Confesercenti denuncia una presunta ordinanza sindacale

Il provvedimento favorirebbe la chiusura esclusiva di alcune strade del centro storico, penalizzando gli altri commercianti

La Confesercenti area flegrea denuncia la presenza di un'ordinanzaa relativa alla parziale pedonalizzazione del Centro storico della città. Sul sito del comune, però, tra le ordinanze dirigenziali e sindacali, non risulta nessun atto di tale tipo, istituito nell'ultima settimana. Secondo l'associazione dei commercianti, l'ordinanza sarebbe stata emanata all’ultimo istante dallo sfiduciato sindaco Magliulo, il che, come si legge da una nota del Responsabile della Confesercenti, Daniele Lattero, “lascia non poche perplessità tra quanti da tempo, su tutti i tavoli istituzionali, hanno più volte presentato progetti e proposte per l’attuazione di un Centro Storico che fosse tale per tutti, senza discriminazione alcuna per questa o quella via”.

La Confesercenti è sempre stata favorevole alla sperimentazione della pedonalizzazione di un riqualificato centro storico, fautore da sempre della nascita di un centro commerciale naturale e del varo di una comune politica commerciale di sviluppo e di promozione del territorio. «Noi – continua la nota – siamo sempre stati chiari in tutti gli incontri avuti in sede istituzionale sul concetto del centro storico e sul suo perimetro, così come si è stati sempre contrari ad ogni provvedimento che potesse generare forme di discriminazione commerciale». Secondo la Confesercenti, quest'ordinanza sindacale prevede, per il periodo natalizio, la pedonalizzazione esclusiva di alcune aree, non tenendo conto delle osservazioni avanzate dalle associazioni sindacali di categoria.

Queste sono le proposte dei commercianti:

L'avvenuta messa in sicurezza e riapertura di un'arteria stradale come via Pergolesi;

L’apertura del parcheggio Multipiano (circa 300 stalli di sosta), completato nel 2009 e ad oggi ancora non aperto;

La concessione dell’utilizzo del Molo Caligoliano, area portuale da sempre valvola di sfogo per la sosta di circa 500 auto;

L’opposizione forte e decisa, a difesa dei tanti negozi di vicinato esistenti,dell'Amministrazione comunale a fronte del paventato insediamento di un megacentro commerciale in area ex-Sofer.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di martedì 6 aprile 2021

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Cento 'mutande' marciano a Chiaia. Federmoda: "Siamo i nuovi poveri"

  • Cronaca

    Covid in Campania: bollettino vaccinazioni aggiornato al 10 aprile

  • Cronaca

    Gli agricoltori scendono in piazza: "Siamo stati totalmente dimenticati"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento