menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Filippo Monaco

Filippo Monaco

Comunali Pozzuoli: Monaco "licenzia" Equitalia

Monaco durante un'assemblea: "La crisi economica non aiuta né le famiglie e né il commercio ma se poi ci mettiamo anche Equitalia non riusciamo più ad uscire dal tunnell"

Negli ultimi mesi in tutto il Paese Equitalia sta riscuotendo sempre più malumori tra la popolazione, lo sa bene Filippo Monaco che lancia la sua proposta per il Comune di Pozzuoli, “licenziare” Equitalia e passare alla riscossione diretta dei tributi da parte del Comune. «Equitalia ha superato i limiti. Licenziamola. La riscossione dei crediti non può avvenire impoverendo le famiglie».

Filippo Monaco, candidato alla carica di sindaco per il Centro - Destra interviene ad un incontro a cui hanno partecipato commercianti e famiglie. Tra i temi trattati anche l'atteggiamento di Equitalia, l'agenzia di riscossione crediti, nei confronti dei creditori del comune. «La crisi economica non aiuta né le famiglie e né il commercio - dichiara Monaco - ma se poi ci mettiamo anche Equitalia non riusciamo più ad uscire dal tunnel. I tassi di interesse e le modalità di riscossione sono gravose per chi vuole estinguere il debito verso il comune. Invece di mettere la gente in condizioni di pagare, con rate agevolate, si rende i cittadini insolventi con grave conseguenze sul patrimonio familiare». La proposta del candidato sindaco Monaco sostenuto da Pdl, Fli e Udeur: «A Pozzuoli ci vuole la riscossione diretta dei tributi. Applichiamo le leggi che già ci sono e che ci consentono di liberarci da Equitalia. Questo non significa che l'ente locale deve gettare la spugna in merito a crediti non riscossi. Anzi, il licenziamento di Equitalia richiede da parte dell'amministrazione comunale un impegno maggiore. Non ci deve essere scampo per gli evasori e per gli abusivi. Per questo motivo bisogna mettere in campo tutte le migliori soluzioni per estirpare il fenomeno. Richiederò maggiore coordinamento tra vigili urbani, forze dell'ordine e Agenzia delle Entrate».

No ad Equitalia, troppo gravoso per le famiglie, si alla riscossione diretta dei tributi, a patto che il comune sia intransigente con i debitori e chi evade le tasse, una carta in più che Monaco intende giocarsi in questi ultimi giorni di campagna elettorale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Attualità

Concorsone Sud 2800 posti: le date della prova scritta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento