menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bacoli: i cittadini denunciano la non agibilità del ponte sulla Foce Romana

I residenti hanno denunciato la pericolosità e inagibilità del ponte di legno sulla Foce Romana che viene, invece, normalmente usato per il traffico veicolare. Chiesti maggiori controlli e interventi di manutenzione

immag033_1Il coordinamento delle Periferie ha segnalato un disagio divenuto ormai intollerabile per la sua pericolosità, che ha a che fare con lo stato "di non agibilità" del ponte di legno sulla Foce Romana a Torregaveta. "Dopo l'ennesimo ingorgo sul posto verificatosi la sera del trenta maggio - si legge nella lettera scritta dai cittadini - nuovamente vogliamo evidenziare lo stato di non-agibilità cui è abbandonato il "ponte" di legno sulla foce Romana di cui addirittura alcuni ignorano la stessa esistenza".

Nella denuncia giunta alla nostra redazione si legge ancora: "Come spiegato dai residenti, sebbene già esistesse un piccolo ponte per il solo passaggio pedonale dei bagnanti verso la spiaggia Romana, quello attuale fu provvisoriamente realizzato nel 1989 per permettere il deflusso del traffico mentre erano in corso i lavori fognari su via Fusaro e che una volta conclusi tali interventi, sarebbe dovuto tornare agli aventi diritto, ovvero al proprietario delle limitrofe abitazioni. Al giorno d'oggi, sebbene una disposizione del 2004 della procura di Napoli abbia intimato la "restituzione agli aventi diritto" della strada, e lo stesso allora sindaco Antonio Coppola avesse verbalizzato l' "avvenuta restituzione" , via Servilio Vatia e lo stesso "ponte" continuano ad essere percorsi con crescente frequenza, divenuti una "tangenziale" strategica per la viabilità locale. Già negli incontri del luglio 2009 col commissario prefettizio e l'ing. Michele Balsamo (allora delegato alla risoluzione delle segnalate problematiche) come comitato ponemmo la necessità di una manutenzione costante e di un maggiore controllo sul posto, e nonostante gli impegni assunti ed il "simbolico" intervento che ne seguì (ovvero l'apposizione di nuove travi sui bordi del ponte) la situazione oggi non è affatto migliorata".

"Da ultimo quindi, con la firma dei residenti di via Servilio Vatia - si legge ancora - abbiamo protocollato il 31 maggio scorso una segnalazione indirizzata al sindaco di Bacoli, agli assessori alla normalità ed alla viabilità, al presidente del Centro Ittico Campano, al comando di polizia municipale bacolese, in cui evidenziamo lo stato di non-agibilità e di abbandono e chiediamo pronti interventi, poiché le traversine risultano usurate dal tempo e, in più punti, divelte da cui un insopportabile rumore ad ogni passaggio d'auto; il passaggio pedonale risulta impraticabile, poiché le travi sono divelte, sussultanti al traffico, e spostate altrove".


I disagi denunciati dal coordinamento sono testimoniati anche da alcune dichiarazioni dei residenti, come la signora Anna (residente in via Servilio Vatia, Torregaveta). "Siamo esasperati ed esausti a causa delle condizioni di abbandono e di degrado in cui versa il luogo in cui viviamo - ha scritto a Romatoday la signora Anna - Questa stradina che è poco più di un vialetto, è diventata la tangenziale di due comuni e non vi sono controlli per far rispettare il senso unico. Il ponte di legno sulla foce Romana è oramai sgangherato ed inagibile a causa dell'incuria e della negligenza delle amministrazioni pertanto è insopportabile il rumore continuo causato dal passaggio delle auto. Inoltre la foce stessa è diventata un ricettacolo di sporcizia perché ostruita da anni e come se tutto ciò non bastasse manca un minimo di pulizia e manutenzione dei terreni gestiti dal Centro Ittico Campano. "

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento