rotate-mobile
Bacoli Bacoli

Bacoli, è boom di visite per la Piscina Mirabilis

Il sito restaurato dalla Soprintendenza ai Beni Archeologici. Domenica prima tour con le associazioni

Pisicna Mirabilis restaurata dalla Soprintendenza dei Beni archeologici. Un forte incremento di presenze e un nuovo tour, come scrive Patrizia Capuano nelle colonne de “Il Mattino”, per il bene archeologico tra i più belli dell'area flegrea. Un restyling costato circa 80mila euro, ma che porterà, assicurano dalla Soprintendenza, numerose visite in più e soprattutto terrà vivo il sito archeologico.

«La conclusione del restauro consentirà una maggiore fruizione turistica della Piscina mirabilis, preziosa risorsa per il turismo culturale», questa la dichiarazione che il sindaco di Bacoli Ermanno Schiano ha rilasciato a Il Mattino. Domenica, quindi, parte il primo tour e per partecipare c'è il punto di ritrovo con la Cooperativa sociale onlus Sire è alle 10.30 di fronte alla Villa Comunale, nei pressi del ristorante ex Caliendo in via Miseno 17.

La prenotazione è obbligatoria e deve essere effettuata per motivi organizzativi entro sabato (info 081/6336763 - 392 2863436 - cultura@sirecoop.it – www.sirecoop.it). La Piscina Mirabilis, come si può leggere dalle pagine di Wikipedia, era originariamente era una cisterna di acqua potabile romana costruita in età augustea a Miseno, sul lato nord-ovest del Golfo di Napoli. Il nome attuale le fu attribuito nel tardo Seicento. Si tratta della più grande cisterna nota mai costruita dagli antichi romani, ed aveva la funzione di approvvigionare di acqua le numerose navi della Classis Misenensis, poi divenuta Classis Praetoria Misenensis Pia Vindex, che trovava ormeggio e ricovero nel porto di Miseno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bacoli, è boom di visite per la Piscina Mirabilis

NapoliToday è in caricamento