Giovedì, 13 Maggio 2021
Bacoli

Il PD Bacolese attacca l'amministrazione

"Il consigliere Simone Scotto di Carlo ha dato una falsa ricostruzione dei fatti"

PD Bacoli

In merito all’intervista di recente rilasciata dal consigliere del comune di Bacoli Simone Scotto di Carlo a “Bacoli MdP Magazine”, il PD di Bacoli tiene a sottolineare alcune cose.

"Nell’intervista - si lege da una nota del Partito Democratico  bacolese -  il consigliere ha affermato che, se molte cose a Bacoli non sono state realizzate o sono state realizzate in parte, la colpa va all’opposizione che “strumentalmente contrasta le iniziative limitandosi certe volte ad esprimere semplici critiche”. Risulta piuttosto strano il pulpito da cui viene questa predica - attacca il PD -  visto il notorio trasformismo del consigliere in questione il quale, negli ultimi quindici anni non ha fatto altro che attraversare l’intero arco consiliare. Dovrebbe essere piuttosto evidente che l’opposizione ha il dovere, affidatogli dai cittadini, di controllare e vigilare sul’attività dell’amministrazione la quale del resto con una maggioranza schiacciante non dovrebbe avere problemi. E difatti non ne ha avuti né in termini numerici né in termini di coscienza, quando si è trattato di approvare “a colpi di maggioranza” provvedimenti ad essa cari, alcuni anche nel cuore della notte a consiglio comunale ormai deserto".

Una risposta dura quella del Partitio Democratico, che attacca anche l'intera maggioranza bacolese: "E’ singolare che il consigliere critichi l’opposizione quando è stata proprio la sua maggioranza l’artefice dell’aumento delle tasse locali (dalla corrente per il cimitero alla spazzatura ai parcheggi), è stata incapace di affrontare i bollenti problemi dell’urbanistica e dell’ambiente, è costantemente condannata a sanzioni che superano i 50mila euro. Se questa è la maggioranza - continua la nota - meno male che esiste la minoranza! Infatti, ogni qualvolta lo si è ritenuto doveroso per la cittadinanza, il PD ha sempre avanzato proposte (quasi sempre bocciate dal centrodestra di maggioranza e di minoranza – non ultima la richiesta di garantire il trasporto a studenti e pendolari nei periodi di emergenza trasporti), arrivando addirittura a scrivere materialmente alcuni atti fondamentali per la città (come il regolamento antenne, il regolamento sulla legge 308, ma anche altri) che la maggioranza e i suoi funzionari non volevano o non erano capaci di produrre. La ricostruzione del consigliere Scotto di Carlo è smentita quindi dai fatti ma sinceramente dall’ex capogruppo Pdl, che in consiglio ce ne ha fatte sentire tante e di tutti i colori, non ci aspettavamo niente di diverso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il PD Bacolese attacca l'amministrazione

NapoliToday è in caricamento