menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Renzo Geronazzo, Presidente Flegrea Lavoro

Renzo Geronazzo, Presidente Flegrea Lavoro

Bacoli, il coordinamento delle periferie incontra la Flegrea Lavoro

L'igiene urbana al centro della discussione. I membri del coordinamento hanno fatto notare come alcune zone del territorio siano scoperte dalla pulizia quotidiana. La società prevede un sistema meccanico

Il coordinamento delle periferie di Bacoli ha incontrato i dirigenti della Flegrea Lavoro, per discutere dell'igiene urbana. A fine mese, presso la Cooperativa Avino, i cittadini attivi del comitato hanno incontrato Renzo Geronazzo (presidente del consiglio d'amministrazione) e Beatrice Fabricatore (responsabile tecnico), dirigenti della “Flegrea Lavoro” (società con capitale del comune di Bacoli, NA) in merito le carenze nello spazzamento e, più in generale, nell'igiene urbana.

Renzo Geronazzo ha aperto l'incontro, accennando al ritardo di circa 30 anni rispetto altri comuni campani, dal quale Bacoli è partita con la raccolta differenziata, evidenziando le difficoltà sostenute e l'importanza dello sforzo compiuto: ciò ha costituito una priorità per la società che non ha potuto stornare la forza-lavoro su altri servizi.

Conclude sottolineando “l'azione meritoria del Coordinamento e della cittadinanza attiva nell'incalzare le istituzioni, ritenendo utile che si svolgano incontri sul territorio per verificare periodicamente i risultati raggiunti secondo un'ottica di efficienza aziendale”. Il coordinamento delle periferie è entrato nel merito dei problemi e la Flegrea Lavoro, attraverso la dott.ssa Fabricatore ha palesato la “necessità di ottimizzare il servizio attraverso la meccanizzazione.

La Flegrea Lavoro, infatti, ha preso l'impegno di inviare all'ufficio tecnico una relazione sulla necessità di ripristinare urgentemente i marciapiedi nelle rientranze prima utilizzate dai cassonetti, e di sollecitare dal sindaco una nuova ordinanza sull'obbligo per i privati a curare le piante adiacenti le proprie abitazioni ed attività, confidando in controlli più incisivi da parte della polizia municipale. Per l'inizio del 2012 è previsto, quindi, un servizio meccanizzato a pieno regime. Nonostante una divisione in macro-aree per la pulizia, nelle ultime settimane il Coordinamento delle Periferie ha notato la totale assenza degli operatori nella zona Cuma-Fusaro. “Abbiamo avuto problemi con i dipendenti – dicono i dirigenti della società – me per il futuro stiamo studiando dei piani zona per zona a cui assegnare giorni prestabiliti per gli operatori, razionalizzando così il lavoro”. Per questo mese, almeno, è previsto quindi un servizio tampone, in prospettiva della meccanizzazione dello spazzamento. Soddisfatto il coordinamento delle periferie che, con spirito costruttivo, ha caratterizzato l'incontro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento