rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Bacoli

Bacoli: Parcheggio militare da 180 posti aperto al pubblico

Il comune ha raggiunto un accordo con il comando militare dell'Esercito che metterà a disposizione dei cittadini, nel periodo estivo, un parcheggio di 180 posti aperto il venerdì e il sabato fino alle 2 di notte

Un ulteriore accordo tra il Comune di Bacoli e il Comando militare dell'Esercito mette a disposizione della città un parcheggio con 180 posti macchina. I parcheggi militari saranno aperti al pubblico il venerdì e il sabato fino alle 2 di notte: durante la ztl in vigore nei weekend di luglio e agosto a Capo Miseno e Miliscola.

"Grazie alla collaborazione del Comando militare Esercito Campania - ha detto il sindaco di Bacoli Ermanno Schiano - si é potuto trovare, dopo la firma del protocollo d'intesa che apre i lidi militari ai residenti, un punto d'incontro anche per le aree di sosta dei lidi Esercito e Crdd". Nei fine settimana, dunque, auto e ciclomotori potranno essere lasciati nei parcheggi militari, che si trovano a poche decine di metri da via Dragonara, centro della movida flegrea e zona ZTL, il venerdì e il sabato sera. La ZTL sarà in vigore fino al 28 agosto.

"Alla base del dispositivo c'é l'esigenza di garantire l' ordine pubblico", sostiene l'assessore al traffico, Gennaro Carannante. A Capo Miseno, particolarmente nelle ore serali, si registra un intenso e caotico flusso di veicoli diretti alle spiagge di via Dragonara, spesso con la precipua finalità di accendere falò sugli arenili, tambureggiare insistentemente fino all' alba e consumare alcolici e superalcolici, con conseguente negativa incidenza sull'ordine pubblico, con pregiudizio della sicurezza dei cittadini e nocumento dell'igiene dei luoghi. Da settembre è previsto il varo di un tavolo tecnico permanente per programmare la viabilità durante l'estate 2011. Previste aree di sosta con navette per il trasporto dei pendolari del mare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bacoli: Parcheggio militare da 180 posti aperto al pubblico

NapoliToday è in caricamento