menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Centro anziani

Centro anziani

"Bacoli è senza spazi sociali per i giovani"

La denuncia del Coordinamento delle periferie: "Pronti a mobilitare giovani e cittadini"

"A Bacoli mancano luoghi di ritrovo e d'aggregazione per i cittadini, specialmente per quelli più giovani". E' queta la denuncia del Coordinamento delle Periferie di Bacoli. 

"La situazione - si legge da una nota del Coordinamento - è critica sopratutto nelle Periferie dove oltre le degradate condizioni di vita e nonostante l'alta densità abitativa, praticamente non esistono spazi ove incontrarsi . Facendosi interprete di un disagio sempre più avvertito dall'associazionismo locale, il nostro Coordinamento ha cercato di colmare tale carenza proponendo all'amministrazione una modifica dell'attuale regolamento dei centri sociali anziani (che si trovano dislocati su tutto il territorio comunale) per aprirli ad iniziative civili, sociali, culturali, ecc esterne. Tali iniziative si sarebbero dovute svolgere in orario non coincidente con quello degli anziani, di cui il nostro Coordinamento riconosce l'importante funzione sociale ma contesta alcune paradossali realtà. Ad esempio, al Fusaro si sfora l'eccesso: su 4 stanze dei cosiddetti “stalloni” adiacenti il parco Vanvitelliano del Fusaro, ben 3 sono destinati agli anziani cioè una ai pensionati dell'Associazione Nazionale Carabinieri, una ai soli maschi del Centro anziani (foto allegata), ed un'altra alle sole femmine del medesimo Centro, e tutte esenti da ogni onere economico. Nella frazione più densamente abitata di Bacoli e priva di ogn'altra struttura pubblica, riservare quei pochi spazi disponibili addirittura secondo il genere è inaccettabile: non sarebbe meglio destinare una stanza degli “stalloni” ad un “centro sociale giovani” che funzioni anche come sportello culturale-turistico (considerato che il Fusaro è il “crocevia” tra la Cumana, le terme di Baia, il complesso Vanvitelliano, l'acropoli di Cuma)?" 

Con una nota, però, l'amministrazione guidata dal sindaco ermanno Schiano ha respinto tali progetti con motivazioni "arrabattate, infondate e pretestuose, insabbiando l'intera questione" nonostante la IV commissione avesse discusso l'argomento e chiesto una panoramica dei possibili siti per giovani e cittadini: richieste tutt'oggi inevasa. In prospettiva della “ria-attivazione” del “Forum dei Giovani e delle Aggregazioni giovanili”, il Coordinamento ha indirizzato una lettera al sindaco, agli assessori Flavia Guardascione  e Giuseppe Carannante (politiche sociali), a Giuseppe Esposito (presidente della IV commissione consiliare) con la si è riassunta la questione, chiarito la posizione, e chiesto un incontro per discutere della suddetta proposta, sulla quale "vogliamo coinvolgere studenti e giovani del territorio mediante una raccolta-firme ed altre iniziative".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento