Bacoli

Bacoli, restano abbandonate le "grotte dell'acqua" - LE FOTO

Il Coordinamento delle periferie scrive al sindaco e all'assessore competente per chiedere chiarimenti sui progetti

Grotte dell'acqua

Ancora una volta il Coordinamento delle periferie chiede spiegazione all'amministrazione bacolese, in merito ad un bene lasciato incustodito, per il quale sono previsti dei lavori. Questa volta si parla delle grotte dell'acqua, cisterne termali di età romana. 

Ecco, integralmente, la lettera inviata al sindaco Ermanno Schiano:

"Le “grotte dell’acqua” sono cisterne termali d’età romana con acque salso-cloruro-sodiche tutt’oggi sorgive ad una temperatura costante di 38° . Nonostante il suo valore storico-paesaggistico ed i molti annunci da parte delle istituzioni, questo complesso – che potrebbe essere anche fonte d’occupazione per i molti, i troppi giovani costretti a lasciare il loro paese – versa nuovamente nel degrado essendo abbandonato all’incuria, ai vandali, ai nomadi, come mostrano chiaramente le foto allegate realizzate la scorsa settimana. Abbiamo appreso che a seguito del bilancio gestionale 2012 (DGR n. 24 del 14/02/2012) la regione Campania ha stanziato 200 mila euro come “contributo al comune di Bacoli per interventi urgenti di recupero e funzionalizzazione del “Colombario” e del plesso “Grotta dell’Acqua” poi diminuiti a 100 e che l’amministrazione bacolese ha nominato l’arch. Gennaro Ciunfrini come RUP del procedimento in questione.  

Indubbiamente questi sono passi “in avanti” che vanno considerati positivamente ma non è la prima volta che l’amministrazione ci riferisce di progetti sulle “grotte dell’acqua” di cui però non abbiamo mai avuto visione. Inoltre come abbiamo segnalato con le nostre note del 07/03/2013 e del 03/04/2013, insieme al comune di Procida, alla Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici, alla Soprintendenza speciale per i beni archeologici, il nostro comune ha aderito al “Piano Regionale di Intervento relativo alla valorizzazione, conservazione, gestione e fruizione del patrimonio culturale della Campania” presentando la “proposta progettuale Circuito turistico culturale tra l’isola flegrea di Procida e Bacoli: antiche terme, ville imperiali, borghi, abbazie, castelli e palazzi” che include l’ “intervento BCL04 – Restauro delle Grotte dell’acqua: passeggiata naturalistica lungo le sponde del lago Fusaro fino alla Casina Vanvitelliana” stimato in circa 400 mila euro e di cui il “progetto preliminare è in corso di predisposizione”.

Alla luce delle misere e precarie condizioni in cui sono tornate le “grotte dell’acqua” nonostante la “pulizia simbolica” che il nostro Coordinamento operò per denunciare l’assenza delle istituzioni e preservare quella che consideriamo una memoria storica e sociale della comunità Fusarese, chiediamo con particolare sollecitudine: chiarimenti sul “progetto di recupero e funzionalizzazione” finanziato dalla regione Campania ; chiarimenti sul progetto preliminare “intervento BCL04 – Recupero Grotte dell’acqua” ; chiarimenti sulle relazioni tra i suddetti progetti che interessano il medesimo sitochiarimenti sui tempi e le modalità dei suddetti p?rogetti .

Considerati gli argomenti di cui sopra e l’importanza di coinvolgere la cittadinanza nelle iniziative in corso per il recupero e la valorizzazione dei locali beni storico-ambientali, si ritiene utile un incontro con l’assessore Flavia Guardascione e l’arch. Gennaro Ciunfrini, che auspichiamo possa tenersi in tempi brevi."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bacoli, restano abbandonate le "grotte dell'acqua" - LE FOTO

NapoliToday è in caricamento