Pozzuoli

Pozzuoli: beni archeologici mai più chiusi

Pulizia e fruibilità del Tempio di Serapide. Dipendenti comunali allo Stadio di Antonino Pio

Tempio di Serapide

Torna pulito e pienamente accessibile al pubblico e ai turisti il Tempio di Serapide. Grazie alla collaborazione tra l'Amministrazione comunale e la Soprintendenza ai Beni Archeologici, è stata ripristinata la pompa idrovora con la quale verrà eliminata l'acqua e la melma che da settimane stazionano sulla superficie del Serapeo.

«Ringraziamo pubblicamente la Soprintendenza per la collaborazione fattiva e puntuale con l'Amministrazione comunale di Pozzuoli - sottolinea il sindaco Vincenzo Figliolia - Le pompe di aspirazione sono, ora, perfettamente funzionanti e tra qualche giorno sarà ripulita la superficie anche dalle tracce di melma di colore verde e dalle muffe che si sono condensate sul fondo di quello che era divenuto uno stagno. Contemporaneamente, con estrema soddisfazione confermiamo che a partire da questo fine settimana il personale del Comune di Pozzuoli, debitamente formato dai tecnici della Soprintendenza, sarà "comandato" presso l'Anfiteatro Flavio, il Tempio di Serapide e lo Stadio di Antonino Pio, in modo da garantirne l'apertura continua, la vigilanza e la piena fruibilità. In questo modo, diamo concretamente avvio al Protocollo d'intesa che l'Amministrazione comunale di Pozzuoli ha fortemente voluto per il rilancio del turismo archeologico nella nostra città».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pozzuoli: beni archeologici mai più chiusi

NapoliToday è in caricamento