menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il poeta Michele Sovente

Il poeta Michele Sovente

Omaggio a Michele Sovente: Monte di Procida ricorda il poeta flegreo

Originario di Cappella, è scomparso lo scorso anno. Una manifestazione itinerante partirà sabato 31 marzo dalla Chiesa del Casale ed arriverà fino alla piazza a lui dedicata

Sabato 31 marzo a partire dalle ore 18 Monte di Procida ricorderà il poeta Michele Sovente, originario di Cappella, considerato uno dei tre maggiori poeti napoletani contemporanei neodialettali e scomparso prematuramente lo scorso anno. La manifestazione prevede la lettura di testi di poesia secondo un percorso itinerante che partirà dalla Chiesa del Casale per proseguire verso la Piazza a lui dedicata e via Petrara. Inoltre sono previste tammurriate e musiche (Geppino Scamardella ed “Echi Flegrei”) elaborate su versi di Sovente.

La manifestazione sarà accompagnata da una galleria fotografica del borgo di Cappella il cui dialetto è stato elevato a lingua da Sovente. A seguire, interverranno il Sindaco di Monte di Procida, Francesco Paolo Iannuzzi, Antonio Sabatano (sulle origini di Cappella), il prof. Nicola De Blasi (sui “dialetti” flegrei) e saranno mostrati alcuni video tra cui “Alfabeti” dell’Associazione Lux in fabula. In occasione dell’evento, curato dal Comune di Monte di Procida in collaborazione con l’associazione Alba Nuova, è stato dato alle stampe il volume di Mimmo Grasso I Versi del territorio,  lavoro critico sulle ragioni della poesia di Michele Sovente (Il LABORATORIO/le edizioni).


“Si tratta di un giusto tributo a chi ha dato lustro a Monte di Procida, ed in particolare a Cappella- ha detto il Sindaco Iannuzzi- saremo sempre grati per l’opera ed i versi meravigliosi di Michele Sovente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento