Pozzuoli

Allagati i sotterranei dell'Anfiteatro Flavio: nuova chiusura al pubblico

Maltempo e abbandono mettono a rischio il patrimonio archeologico puteolano. A causa di infiltrazioni d'acqua crolla anche un muro, testimonianza dello stadio Antonio Pio, ai piedi della collina della Starza

A rischio il patrimonio archeologico puteolano a causa del maltempo e dell'abbandono in cui versano alcuni beni.

A seguito di un allagamento dovuto alle forti piogge, è stata disposta una nuova chiusura al pubblico dei sotterranei dell'Anfiteatro Flavio. Inoltre si registra il crollo di un muro, testimonianza dello stadio Antonio Pio, ai piedi della collina della Starza, nei pressi della linea ferroviaria Cumana tra le stazioni di Pozzuoli e Pozzuoli Cantiere.

Non è la prima volta che l'Anfiteatro Flavio incorre in questo tipo di problemi, ma i lavori di bonifica tardano ad arrivare nonostante le rimostranze dei visitatori, costretti a limitare la visita alla cavea e alla parte esterna. Per lo stadio Antonio Pio, portato alla luce agli inizi del 2000, lungo la statale Domiziana, il discorso è molto più complesso. Per la struttura, che fu sventrata dal fascismo negli anni '30 proprio per la costruzione dell'asse viario che collega Napoli con il Garigliano, necessitano nuovi finanziamenti per completare le opere di scavo e portare alla luce l'intero complesso.

Il crollo registrato proprio per le continue infiltrazioni d'acqua e per l'erosione degli agenti atmosferici riguarda la parte sottostante la Domiziana, ancora tutta da evidenziare. In passato la Sovrintendenza Archeologica di Napoli con la Regione Campania aveva progettato un intervento di scavo radicale per tutta la collina della Starza, in modo da portare alla luce tutti i tesori nascosti, con l'asse viario della Domiziana per un breve tratto in sopraelevata rispetto all'attuale piano di posa. Il crollo ha interessato un muro di ''Opus Vittatum'', struttura muraria di laterizi alternata a tufo che sporge lungo la linea della Cumana nei pressi della stazione di Pozzuoli Cantiere. Sul posto sono intervenuti i tecnici del comune, della Cumana ed i responsabili della Sovrintendenza Archeologica per porre in sicurezza il sito. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allagati i sotterranei dell'Anfiteatro Flavio: nuova chiusura al pubblico

NapoliToday è in caricamento