Martedì, 18 Maggio 2021
Pozzuoli

Fondi PIRAP, gli albergatori chiedono più trasparenza

In una lettera inviata ai sindaci di Pozzuoli e Bacoli e al Presidente dell'Ente Parco Regionale dei Campi Flegrei, gli albergatori chiedono un maggiore coinvolgimento

Luigi Esposito, Pres. Albergatori dei Campi Flegrei

L'associazione “Albergatori dei Campi Flegrei” ha chiesto un incontro con i sindaci di Pozzuoli e Bacoli e con il Presidente del Parco Regionale dei Campi Flegrei, Diego Giuliani. Gli albergatori chiedono maggiore partecipazione e trasparenza rispetto agli interventi fatti con i fondi Pirap, che riguardano il settore turistico e dei beni archeologici e ambientali dell'area flegrea. La Regione Campania, infatti, ha approvato la pre-ammissione a finanziamento di cinquantotto diversi interventi previsti nell’ambito del Progetto Integrato Rurale per le Aree Protette.

“Gli operatori turistici del territorio – si legge dalla lettera inviata a sindaci e presidente dell'ente Parco – pur riconoscendo in questi interventi una grande opportunità per lo sviluppo dell’area flegrea, non possono però esimersi dal manifestare tutta la loro delusione per essere stati ancora una volta esclusi da qualsivoglia forma di partecipazione ai progetti di promozione e valorizzazione del territorio, con particolare riferimento a quelle iniziative che mirano in maniera diretta a sostenere il nostro settore”.

La perplessità dell'associazione albergatori dei Campi Flegrei è anche in merito ad alcuni interventi previsti, come l'allestimento di info-point nelle stazioni della Cumana di Lucrino e del Fusaro, per un valore di 100 mila euro ciascuno.

“Riteniamo – continuano gli albergatori – che i due strumenti informativi, a lungo auspicati dagli stessi albergatori flegrei, possano trovare una migliore e più adeguata collocazione in altri punti di Pozzuoli e Bacoli. L’info-point che dovrà essere realizzato dall’amministrazione puteolana, ad esempio, potrebbe essere ubicato in zone a maggiore affluenza turistica come il porto o la stazione della metropolitana, veri crocevia dei flussi di visitatori, mentre quello di competenza del Comune di Bacoli, preso atto dello stato di abbandono della stazione del Fusaro, dovrebbe essere collocato in aree più sicure e dotate di appositi strumenti di sorveglianza”. L'associazione chiede, quindi, di essere coinvolta nelle iniziative di promozione e valorizzazione del territorio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi PIRAP, gli albergatori chiedono più trasparenza

NapoliToday è in caricamento