Pomigliano Via Ex Aeroporto

Fiat Pomigliano: "Operai svegliatevi", volantinaggio fuori lo stabilimento

I manifestanti: "I lavoratori continuano a farsi rappresentare da aperti nemici, come Fim, Uilm, Fismic e Ugl, o da sindacati inconsistenti"

Un gruppo di cassaintegrati del Giambattista Vico, appartenenti al Comitato di lotta cassaintegrati e licenziati della Fiat di Pomigliano, ieri ha effettuato un volantinaggio davanti ai cancelli dello stabilimento, chiedendo agli operai di "svegliarsi" e "liberarsi dai sindacati".

I manifestanti hanno sottolineato che gli operai continuano "a farsi rappresentare da aperti nemici, come Fim, Uilm, Fismic e Ugl, o da sindacati inconsistenti che oltre alle cause non sanno costruire nessuna mobilitazione in nostra difesa, come la Fiom o i sindacati alternativi".

"A Pomigliano Marchionne ha tolto di mezzo la sua grande invenzione, la newco - hanno poi spiegato i lavoratori - facendo tornare tutti in Fiat group automobiles, creando un contentino studiato a tavolino con i politici ed i sindacati. Una truffa, in quanto la rotazione non è prevista per tutti, e i lavoratori 'fortunati' che effettueranno la rotazione, lavoreranno solo un mese ogni dieci. Nell'accordo, inoltre, sono scomparsi il polo logistico di Nola e la ex Ergom di Napoli, i cui lavoratori, a questo punto, da luglio, quando scadrà la Cig, vista la mancanza di progetti, rischiano il proprio futuro occupazionale".

Tra le iniziative in programma, i cassaintegrati annunciano la loro presenza davanti al Parlamento il prossimo 21 marzo, data in cui dovrebbero prendere il via le consultazioni del presidente della Repubblica che porteranno alla nomina del presidente del Consiglio. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat Pomigliano: "Operai svegliatevi", volantinaggio fuori lo stabilimento

NapoliToday è in caricamento