menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, nascerà a Pomigliano il primo impianto di compostaggio

Il progetto prevede la costruzione di una multi piattaforma ambientale per la digestione anaerobica a secco con tecnologie di nuova generazione. Costo della realizzazione, 24 milioni di euro

Partiranno nel 2011 i cantieri per la realizzazione sul territorio della provincia di Napoli di cinque impianti di compostaggio. Come ha spieagto il presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro: "Gli impianti intermedi sono essenziali per raggiungere gli obiettivi e uscire dalla crisi".

Il primo impianto, per cui in Provincia è già stato consegnato il Piano di fattibilità, vedrà la luce nella zona industriale di Pomigliano. Costo della realizzazione, 24 milioni di euro.

Il progetto prevede la costruzione di una multi piattaforma ambientale per la digestione anaerobica a secco con tecnologie di nuova generazione e sono previste anche sezioni per la lavorazione dei rifiuti elettrici ed elettronici e per gli ingombranti.

Una volta espletate le procedure burocratiche, per cui il presidente Cesaro ha assicurato "tempi brevi", per la realizzazione saranno necessari 18-24 mesi.

L'impianto di Pomigliano, che come spiegato, "lavorerà la frazione umida trasformandola parte in gas e, dunque in energia, e parte in terriccio", servirà le zone di Pomigliano e del Nolano, ma ne usufruirà anche la città di Napoli "esclusivamente" per quanto riguarda i rifiuti elettrici e gli ingombranti. I cinque impianti, da circa 30mila tonnellate l'anno, ha spiegato il presidente dell'ente di piazza Matteotti, "consentiranno di trasformare la frazione organica proveniente da raccolta differenziata all'interno del territorio provinciale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento