menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una social card

Una social card

Pomigliano, una social card con i tagli agli stipendi dell'amministrazione

A Pomigliano D'Arco l'amministrazione annuncia che i tagli agli stipendi di sindaco, giunta e gruppo consiliare di maggioranza si trasformeranno in 100 social card per i più bisognosi

Un tesoretto accumulato con la rinuncia a stipendi, indennizzi, emolumenti e gettoni di presenza di sindaco, assessori e consiglieri di maggioranza, si trasformerà in 100 social card da distribuire alle famiglie più bisognose. Succede a Pomigliano D'Arco, in provincia di Napoli. Cento euro al mese per un anno, è questo quanto avranno diritto le famiglie a cui verrà concessa la social card.

"Un passo in più rispetto ai quotidiani servizi erogati alle fasce deboli – ha sottolineato il sindaco Lello Russo – attuabile grazie a quanto abbiamo accumulato". "Con l'assessore alle Politiche sociali Leonilde Colombrino – continua il primo cittadino di Pomigliano – stiamo ora approntando una sorta di bando rivolto ad attività commerciali cittadine, principalmente rivenditori di generi di prima necessità: gli aventi diritto che produrranno requisiti tali da poter beneficiare della social card, si rivolgeranno ai negozi con i quali avremo stipulato un accordo".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento