rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Pomigliano Pomigliano d'arco / Via Passariello

Pomigliano: sfratto immediato per l'Applauso

Il sindaco Russo: "Quel locale era un vero e proprio obbrobrio". Un'iniziativa a favore della città e per la rinascita della villa comunale

Dopo una lunga storia di polemiche, l'Applauso di Pomigliano d'Arco è stato sfrattato per morosità. Il locale era stato criticato da anni  a causa di alcune agevolazioni di cui aveva goduto. Molte le polemiche da parte dei cittadini che vedevano quel luogo come il simbolo della decadenza della villa comunale. 

Nel marzo 2005 il Comune, come si legge in un articolo di Sabrina Gammella del levante.it,  sotto la guida dell’amministrazione Caiazzo, ha concesso alla società Scooby Doo s.r.l., gli spazi della struttura in vetro che accolgono il parco pubblico, stabilendo un canone annuo di 26.463 euro per la durata di nove anni, e affidandole la manutenzione dell’area circostante del parco. Purtroppo la società si è rivelata insolvente, arrivando a maturare una morosità di oltre 45.000 euro.

Nel luglio 2011 l’amministrazione Russo ha proceduto, anche grazie al comitato Parco pubblico, ad adeguare il contratto di locazione allora vigente, aumentando il canone annuo a 32.740 euro, e concordando un canone mensile maggiorato fino a 3.557 euro per trentaquattro mensilità.  Ma due mesi fa, di fronte alla rinnovata inadempienza della Scooby Doo, l’Ufficio legale del Comune ha dovuto procedere allo sfratto.

"Bisognava levare quell'obbrobrio da là"- ha dichiarato il sindaco Russo, che stabilirà il futuro della struttura confrontandosi con il Comitato per il Parco Pubblico. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pomigliano: sfratto immediato per l'Applauso

NapoliToday è in caricamento