PomiglianoToday

Pomigliano: ancora agitazioni tra i dipendenti dell'Enam

Il Consigliere comunale: "Da parte nostra c'è stata la massima disponibilità per evitare il fallimento della società e garantire il lavoro a tutti"

Spazzatura

Continua lo stato d'agitazione dei dipendenti dell'Enam, la società a capitale pubblico del Comune di Pomigliano d'Arco che gestisce il servizio di igiene sul territorio. I lavoratori, che dalla scorsa settimana protestano contro la gestione dell'attuale Consiglio d'amministrazione, e contro il licenziamento di un dipendente, stanno effettuando una parziale raccolta dei rifiuti per dare un segnale di distensione all'amministrazione comunale.

I dipendenti  hanno chiesto un incontro urgente con il sindaco Lello Russo. "Attendiamo la convocazione dell'amministrazione comunale per uscire da questo stallo - spiegano i sindacalisti di Cil, Uil e Cgil e chiederemo al sindaco l'azzeramento del Cda dell'Enam, in quanto i lavoratori continuano a denunciare un rapporto conflittuale e intimidatorio nei loro confronti".

Questa mattina, uno dei consiglieri comunali di maggioranza, Michele Oratino, ha incontrato il presidente dell'Enam, Raffaele Di Nicola, per capire se era possibile trovare una soluzione. "Da parte nostra- ha dichiarato il consigliere regionale- c'é stata la massima disponibilità per evitare il fallimento della società e garantire il lavoro a tutti".
(Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

Torna su
NapoliToday è in caricamento