Pomigliano via ex aereoporto

Fiat Pomigliano, stop al pessimismo: i sindacati sono fiduciosi

Felice Mercogliano, segretario generale Fismic Campania: "Non ci preoccupa l'annullamento del piano Fabbrica Italia, è la crisi di settore il maggior assillo per la Panda"

Fiat
Sono soltanto ipotesi su un tavolo, nulla di concreto, le voci di un accordo con Mazda così come la produzione di un nuovo modello Fiat nello stabilimento di Pomigliano. Ma i sindacati firmatari dell'accordo sono ottimisti sul futuro della fabbrica e dei suoi operai. É quanto chiarisce Felice Mercogliano, segretario generale Fismic Campania, che non crede nell'annullamento totale del piano Fabbrica Italia, "visto che a Pomigliano - ha sottolineato - gli investimenti sono quasi completati".
 
"Non ci preoccupa Pomigliano - ha aggiunto il sindacalista - almeno non per l'annullamento del piano Fabbrica Italia, per il quale speriamo in un incontro con il Governo e i sindacati per poter capire per quale motivo viene meno il piano, se si tratta di un cambio di strategia o altro. Ma a Pomigliano è la crisi di settore il maggior assillo per la Panda.
 
Se non ci fosse la recessione, infatti, oggi al Vico si lavorerebbe già su tre turni, che in via sperimentale dovevano già partire tra marzo ed aprile. Inoltre lo stabilimento, come tecnologia e costo del prodotto è quello più all'avanguardia in Italia ed in Europa. Ma il mercato ha perso quota, e sono calate le vendite, ed è solo quello che ci preoccupa".
 
Mercogliano, inoltre, ha chiarito che l'impegno di Fiat con i sindacati, per lo stabilimento campano, era quello di azzerare la cassa integrazione: "L'accordo resta valido - ha concluso - da dicembre la Panda sarà prodotta solo nel nuovo modello di Pomigliano, con la dismissione del vecchio modello prodotto in Polonia. Da qualche settimana sono in produzione, al Vico, anche i modelli 4x4 e a metano, con poche vetture realizzate al giorno, che contiamo di portare sul mercato nei prossimi mesi. Mentre il motore a Gpl è in produzione già da luglio". Nello stabilimento campano, al momento, sono prodotte 800 vetture al giorno, e gli impianti hanno la possibilità di realizzare due modelli, di segmenti differenti, contemporaneamente. (Ansa)
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat Pomigliano, stop al pessimismo: i sindacati sono fiduciosi

NapoliToday è in caricamento