menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiat: picchetto all'alba dopo la morte del lavoratore

I manifestanti hanno sottolineato la volontà di "non far passare sotto silenzio la morte del lavoratore" e hanno annunciato la presentazione di un esposto alla Procura della Repubblica sul rispetto delle norme di sicurezza in fabbrica

 Alcune decine di persone, appartenenti al comitato di lotta 'cassaintegrati dello stabilimento Fiat di Pomigliano', all'alba hanno bloccato la strada di accesso al varco principale della fabbrica, impedendo l'ingresso ai lavoratori, per protestare per la morte, avvenuta ieri nello stabilimento, di Vincenzo Esposito Mocerino, di 62 anni, dipendente di una ditta di pulizie esterna.

Gli operai dello stabilimento diretti al varco 2, però, sono stati fatti entrare da altri ingressi, e la produzione è partita regolarmente. I manifestanti hanno sottolineato la volontà di "non far passare sotto silenzio la morte del lavoratore" e hanno annunciato la presentazione di un esposto alla Procura della Repubblica sul rispetto di tutte le misure di sicurezza in fabbrica. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento