rotate-mobile
Pomigliano Pomigliano d'arco / Via Passariello

Pomigliano: flash mob contro le strisce blu

Popolazione con le facce colorate di blu e il cuore nero di rabbia. I cittadini si uniscono per dire no alle soste a pagamento in città

"Facce blu, cittadini neri". Queste le parole con le quali alcuni cittadini hanno descritto il flash mob del 20 ottobre fuori la villa comunale. Visi ricoperti di strisce blu di una popolazione che che ascolta e protesta contro il dispositivo di soste a pagamento deciso dall'amministrazione comunale. E il cuore  nero, pieno di rabbia per un'ulteriore tassazione che non fa nient'altro che schiacciare ulteriormente la vita del cittadino qualunque, che oggi fatica a trovare lavoro e soprattutto fatica a mantenerselo.

Un flash mob per ribadire la contrarietà dei cittadini alla decisione di "privatizzare le strade", rendendone a pagamento la sosta. Molti sono i progressi del comitato cittadino sull'argomento: il gruppo tecnico-legale si sta occupando di avviare i ricorsi giudiziari ancora proponibili e di avanzare una serie di accorgimenti all'attuale piano di sosta affinché si introducano forme di abbonamenti per i residenti e altri provvedimenti volti a rendere meno iniquo il dispositivo. 

Strisce blu, flash mob a Pomigliano © F. Rondini/NapoliToday


"Per le sentenze potrebbero volerci anni, ma nessuno vuole danneggiare ulteriormente i residenti. L'unione dei cittadini ha già raggiunto dei risultati ottimi. L'amministrazione ha ridipinto di bianco diverse strisce blu ed  è stata accolta la richiesta di eguagliare la tariffa dei parcheggi on-street con quelli off-strett: anche i parcheggi fuori strada ora costeranno 0,50 cent/ora. Infine gli stalli di sosta sono stati ridotti da 2400 a 1800".
 
"Questo vuol dire- continua il comitato- che stiamo procedendo sulla strada giusta".
 
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pomigliano: flash mob contro le strisce blu

NapoliToday è in caricamento