Pomigliano via ex aereoporto

Fiat Pomigliano: i sindacati vogliono fermare i licenziamenti

Pier Luigi Bersani:"Se Marchionne ha commesso un errore o gli viene riconosciuta una colpa, e questo è il giudizio espresso dalla Corte, non può farla pagare agli altri"

 

"La notizia sui 19 licenziamenti è stata gonfiata. La Fiat ha sbagliato continuando il testa a testa con la Fiom dopo un’affermazione  importante come quella di proseguire con gli investimenti". Questo è il commento del leader della Cisl Raffaele Bonanni che continua: "Faremo ricorsi legali perchè  il problema  più grave è che il sindacato deve trovare armonia. Se Marchionne ha facilmente diviso il sindacato, la Fiom l'ha aiutato in materia di governabilità sindacale delle aziende".

"Oggi, insieme ai sindacati firmatari di accordi con Fiat e del contatto specifico, chiederemo di incontrare l’azienda per bloccare l’avvio delle procedure per la mobilità di 19 addetti dello stabilimento produttivo di Pomigliano d’Arco”- dichiara Rocco Palombella, segretario generale della Uilm, ospite su Radio1Rai.  " Noi siamo contrari - ha continuato il leader della Uilm - a qualsiasi forma di licenziamento. Questo danneggerebbe i dipendenti che lavorano per il montaggio della Panda".

 Come si legge in un articolo de La Stampa.it,  sono arrivate pesanti critiche anche dalla politica. "La mossa di Sergio Marchionne è inaccettabile anche sul piano morale’’- dichiara , il segretario del Pd Pier Luigi Bersani, in una intervista a L’Unità. "Se hai commesso un errore o se ti viene riconosciuta una colpa, e questo è il giudizio espresso dalla Corte, non puoi farla pagare ad altri’’.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat Pomigliano: i sindacati vogliono fermare i licenziamenti

NapoliToday è in caricamento