rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Pomigliano Pomigliano d'arco / Via Ex Aeroporto

Fiat Pomigliano: tre operai vincono la battaglia legale

L'azienda dovrà risarcirli del danno procuratogli per il mancato reintegro

Tre operai dell’ ex Alfa sud di Pomigliano, ora Nuova fabbrica Italia di  Marchionne, hanno vinto la loro lunga battaglia legale. La Fiat dovrà risarcirli del danno procuratogli per il mancato reintegro. La notizia  è apparsa poche ore fa su reset-italia.

Rosario Monda ha ricevuto la somma di 52.000 euro, tramite un sequestro sui conti correnti della fabbrica del manager canadese, per le differenze retributive relative al periodo dell’ingiusto licenziamento; per Francesco Manna  è stata avviata analoga procedura per una somma pari a 77.000 euro; ben 250.000 euro pignorati al Lingotto per Pasquale Russo, licenziato nel 2004 e reintegrato dal giudice del lavoro nel 2010.

Tre operai iscritti al sindacato Slai cobas, tre storie sconosciute di un nutrito gruppo di operai che continua a battersi per la rivendicazione di quei diritti sindacali ed economici che la politica e i sindacati hanno cancellato con le loro leggi e i loro accordi.

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat Pomigliano: tre operai vincono la battaglia legale

NapoliToday è in caricamento