Pomigliano Via Ex Aeroporto

Fiat Pomigliano: provocazione e ingratitudine da Marchionne

Deputati Pd Lazio: "Sono state utilizzate risorse pubbliche per la realizzazione degli stabilimenti che oggi si vogliono chiudere o accorpare"

Fiat Pomigliano
"Le dichiarazioni di Marchionne sul futuro degli stabilimenti di Cassino e Pomigliano d'Arco sono davvero allarmanti e rappresentano l'ennesima provocazione da parte dell'Ad della Fiat che, per la realizzazione degli stabilimenti che si vogliono chiudere o accorpare, ha ricevuto risorse pubbliche. Non è solo  una provocazione ma anche un atto di ingratitudine". Lo affermano in una nota congiunta, ripresa da liberoquotidiano.it, i deputati del Pd Michele Meta, Roberto Morassut e Enzo Carella, esponenti dei democratici di Roma e del Lazio.
 
"In questo, come in altri comportamenti antisindacali che ledono costantemente i diritti fondamentali dei lavoratori, Marchionne ricorda un suo illustre predecessore, Valletta. La crisi di Videocon, di Sigma Tau e di tante altre decine di aziende nel Lazio chiamano in causa anche le responsabilità della Regione Lazio ed i silenzi della Presidente Polverini che sembra disinteressarsi dell'impoverimento progressivo del sistema industriale regionale che è stato il fiore all'occhiello del Sistema Paese per molto tempo".
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat Pomigliano: provocazione e ingratitudine da Marchionne

NapoliToday è in caricamento