menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiat Pomigliano, operai a casa: "Li pagano per non lavorare"

Cozzolino (Pd): "Tenerli fuori dalla fabbrica non solo è uno schiaffo alla dignità del lavoro ma rappresenta anche un danno concreto all'azienda"

"Quanto accaduto questa mattina allo stabilimento Giambattista Vico di Pomigliano è l'ennesima dimostrazione che l'atteggiamento di Marchionne e di tutto il gruppo dirigente Fiat è di pura ideologia". Lo afferma il vice capodelegazione del Pd al Parlamento europeo Andrea Cozzolino, a commento della notizia dei 19 operai Fiat reintegrati da un'ordinanza del Tribunale, ma costretti dall'azienda a non lavorare pur essendo retribuiti.

"Tenere fuori dalla fabbrica gli operai a tutti i costi, arrivando finanche a pagargli lo stipendio pur di farli stare fermi, non solo è uno schiaffo alla dignità del lavoro, ma rappresenta anche un danno concreto all'azienda. Prevale in chi guida la Fiat un comportamento vendicativo che non ha nulla di quella cultura industriale di cui il nostro Paese ha necessariamente bisogno se vuole uscire dal tunnel della crisi"-conclude Cozzolino. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

  • Media

    Amici, il napoletano Aka7even vola in finale

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento