menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fiat Pomigliano, riapre la fabbrica. Gli operai attendono l'arrivo della Panda

Primo dei cinque giorni di ripresa produttiva per i soli addetti al modello Alfa 159. I capireparto del Giambattista Vico: "Troppe voci discordanti, ma noi siamo certi che la Panda arriverà"

In attesa dell'arrivo della Panda. Questa la situazione di alcuni capireparto del Giambattista Vico di Pomigliano d'Arco che oggi ha riaperto i battenti – rpresa sottotono in realtà - per il primo dei cinque giorni di ripresa produttiva. A lavorare, i soli addetti al modello Alfa 159, circa 2200 dipendenti.

In molti, oggi, parlavano dell'ultima notizia apparsa sui giornali la settimana scorsa, sulla "defiomizzazione" che l'Ad del Lingotto vorrebbe mettere in atto per tenere fuori il sindacato metalmeccanico della Cgil. Secondo gli operai, ciò andrebbe contro la democrazia sindacale. “Se così fosse significa che la Fiat sta pensando anche ai licenziamenti".

Qualche altro, invece, non crede all'indiscrezione, come i capireparto, che sottolineano la presenza in fabbrica di altre sigle sindacali: "Sui giornali ognuno dice la propria e gli operai sono disorientati, perché da troppi giorni non si ha contatto con l'ambiente di lavoro. Ma vorremmo ricordare che al Vico ci sono i delegati dello Slai Cobas, sindacato che non è firmatario di tantissimi altri contratti. E anche la Panda arriverà, lo diciamo anche agli addetti al modello Alfa 147, che per ora devono stare ancora a casa e non hanno possibilità di verificare l'andamento dei lavori".

Intanto domani , fa sapere la Fiom, sarà effettuata l’ennesima azione di volantinaggio davanti ai cancelli dello stabilimento per sensibilizzare i lavoratori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento