menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rifiuti (Foto dal web)

Rifiuti (Foto dal web)

Pomigliano, differenziata al 54%. La popolazione: "Una bufala"

Codacons: "Non è facile controllare ma tappezzare tutta la città con manifesti che pubblicano una cifra così artefatta ci sembra offendere l'intelligenza dei pomiglianesi"

Mentre l'amministrazione comunale tappezza la città di Pomigliano d'Arco con volantini pieni d'orgoglio che annunciano il 54 % della raccolta differenziata, la popolazione del web risponde con la pubblicazione di una foto che la dice lunga sul pensiero dei cittadini.

La foto parla chiaro: un cumulo di spazzatura, ovviamente non differenziata, è messa in bella vista in una delle zone centrali del paese. L'immagine sembrerebbe proprio contraddire i concetti dei volantini e questo non ha fatto altro che alimentare la rabbia della popolazione che ha risposto tramite facebook alla "provocazione" - secondo loro - del Comune.

"La differenziata è al 59% dentro al Municipio!"- scrive un utente. Forte la risposta del Codacons Pomigliano che combatte quotidianamente contro gli sprechi pubblici e cerca di far aprire gli occhi della popolazione, incitandola a ribellarsi, per una buona causa: la propria intelligenza.

"Non è facile controllare, intervenire, ottenere ma tappezzare tutta Pomigliano con manifesti che pubblicano una cifra così artefatta sulla differenziata a Pomigliano ci sembra quantomeno offendere l'intelligenza dei pomiglianesi". Parole dure che raccontano un'insofferenza latente che non fa altro che abbassare l'onore di essere cittadino.
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

social

Lotto, estrazione di martedì 11 maggio 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento