menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La foto incriminata

La foto incriminata

Pomigliano, auto del sindaco in sosta vietata: i commenti del web

La foto pubblicata da "Pasquino il ciabattino" e poi ripresa dalla pagina Facebook di Pomigliano d'Arco ha scatenato una vera e propria catena di commenti e condivisioni

In questi giorni la popolazione pomiglianese di Facebook ha scatenato la propria rabbia nei confronti dell'amministrazione comunale sui social network. Il motivo? La foto che ritrae la macchina del sindaco di Pomigliano d'Arco, Lello Russo, in sosta vietata davanti ad una rotonda su via Passariello nei pressi del parco pubblico comunale

"Dovrebbero dare il buon esempio","E secondo voi io dovrei pagare pure le multe?" scrivono. Sotto accusa è il maresciallo Palma della polizia municipale che fa da autista al sindaco e che ha ben bensato di parcheggiare la macchina del primo cittadino in modo anomalo e soprattutto in maniera "illegale".

La foto, ormai famosa, era stata pubblicata da "Pasquino il ciabattino” e poi ripresa dalla pagina facebook “Pomigliano d’Arco” che ha attivato una vera e propria catena di commenti e condivisioni.

C'è chi scrive "uaaaa cosa andate a vedere, per un piccolo divietuccio, si sa che chi amministra "Amminestra", scherzando sull'accaduto e chi commenta  con un pò di rammarico, "É proprio vero nella vita c'è chi può e chi non può. Noi sicuro non possiamo. Complimenti al Sindaco".

Come si legge in un articolo di Metropolis del 13 aprile, a riguardo, è stato chiesto un commento allo stesso Lello Russo e al comando di polizia municipale. Dal Comune sembrerebbe siano state rilasciate dichiarazioni ufficiali, ma fanno sapere che il maresciallo Palma in quel momento era in servizio per effettuare alcune multe, considerato che la zona in questione è appunto molto trafficata e spesso gli automobilisti parcheggiano in seconda fila creando disagi e i verbali effettuati da Palma lo testimonierebbero.

Il sindaco poi in quell’auto a quell’ora non c’era. Quindi nessuna sosta al bar per un caffè. Quella mattina però un motivo per usare l’auto di servizio in realtà c’era: al Tar di Napoli era fissata un’udienza per un ricorso contro il Comune della Pomilia gas al quale Russo è stato presente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento