rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Poggioreale Poggioreale

Poggioreale: detenuto si suicida, era incensurato

L'uomo, arrestato il 29 settembre scorso, aveva una valigia piena di contanti e titoli di credito, in originale e in fotocopia, per circa un milione di euro. Uil Pa Penitenziari: "suicidi come mattanza"

Ennesima morte in carcere. Dopo gli avvenimenti dell'estate - un 32enne morto in cella ad agosto e il transessuale scomparso a settembre dopo aver inalato del gas - si è suicidato ieri a Poggioreale Antonio G. L'uomo, incensurato quando è stato arrestato il 29 settembre scorso, era stato fermato dopo un inseguimento a Giugliano e trovato con una valigia piena di contanti e titoli di credito, in originale e in fotocopia, per circa un milione di euro.

Secondo l'accusa, il denaro era riconducibile al clan Mallardo, attivo nel napoletano. Prima di finire in carcere, l'uomo era gestore di un autolavaggio.

Oggi la Uil Pa Penitenziari parla di suicidi come mattanza che il Dap e il Ministero della Giustizia non sembrano capaci di arginare. "Il loro colpevole immobilismo, coniugato a un incomprensibile silenzio ampliano responsabilità che appaiono ben delineate. Con il ministro della Giustizia diversamente impegnato e il Capo del Dap a presiedere i cantieri edili il sistema penitenziario è condannato a una deriva senza controllo. Tra autosoppressioni, aggressioni, violenze, sovraffollamento e violazione del diritto le nostre galere hanno perso ogni residuo di civiltà, umanità e legalità".

"Nonostante gli sforzi del personale, abbandonato a se stesso - conclude la nota - nulla si può se non intervengono quelle soluzioni strutturali più volte richieste - conclude -. L'aumento degli organici della polizia penitenziaria e del personale addetto al trattamento; maggior ricorso alle pene alternative; modifica del sistema sanzionatorio e abbreviazione dei tempi processuali".

Agosto 2010: muore un detenuto a Poggioreale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poggioreale: detenuto si suicida, era incensurato

NapoliToday è in caricamento