menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Occhio ai Bambini 2013”: visite gratuite nelle scuole per prevenire le malattie oculari

Sino al 25 maggio, l'unità mobile dell'Unione Italiana dei ciechi e degli Ipovedenti di Napoli, attrezzata con un ambulatorio oftalmico, sarà presente in diverse scuole della Provincia di Napoli, per consentire a circa 650 bambini di essere sottoposti ad una visita oculistica completamente gratuita

“Occhio ai Bambini 2013 ”, campagna di prevenzione delle patologie oculari, rivolta ai bambinidi età compresa tra i 6 e gli 8 anni, in corso sino al 25 maggio organizzata dalla Sezione di Napoli dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti e dalla Sezione Italiana dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità (I.A.P.B.), in collaborazione con l’Assessorato alla Scuola del Comune di Napoli e l’Azienda Ospedaliera della Seconda università di Napoli.

A partire da lunedì 13 maggio, l’unità mobile dell’Unione Italiana dei ciechi e degli Ipovedenti di Napoli, attrezzata con un ambulatorio oftalmico, è presente in diverse scuole della Provincia di Napoli, consentendo a circa 650 bambini di essere sottoposti ad una visita oculistica completamente gratuita. Questa iniziativa nasce dalla consapevolezza che in Italia, nonostante le diverse campagne informative di profilassi visiva, esistono ancora sacche di popolazione dove la cultura della prevenzione non è pienamente arrivata e, dunque, il progetto “Occhio ai bambini”, attraverso l’informazione e un controllo visivo, mira proprio a tutelare la vista dei più piccoli. L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti da tempo è impegnata a portare avanti progetti tesi alla prevenzione delle patologie oculari, che se non diagnosticate tempestivamente, possono causare danni a volte irreparabili.

L’Unione Ciechi e i dirigenti dell’Azienda Ospedaliera della Seconda Università di Napoli hanno intrapreso una collaborazione che mira a far sì che le campagne di prevenzione delle patologie oculari non restino isolate nel tempo, ma che possano estendersi ad una sempre crescente fetta di popolazione soprattutto infantile. Gli oculisti, individuati dall’AUO della Seconda Università di Napoli, se malauguratamente dovessero riscontrare disturbi dell’apparato visivo, provvederanno ad informare gli insegnanti e i genitori e ad indicare loro le strutture pubbliche di riferimento.

Ecco il programma: 10° Circolo Didattico (Kennedy (Secondigliano) 16-17-20/05/2013; Istituto Comprensivo Teresa Confalonieri (Centro storico) 21-22/05/2013; 76° Circolo Didattico F. Mastriani (Poggioreale) 23-24/05/2013; Istituto Comprensivo Francesco D’Assisi (Santanastasia) 25/05/2013.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Rischio caduta razzo cinese, le indicazioni della Protezione Civile della Campania

Attualità

Supplica alla Madonna di Pompei: il testo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cura della persona

    Come usare il blush per riequilibrare la forma del viso

  • Media

    Il ritorno di Liberato: ecco "E te veng' a piglià" | VIDEO

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento