menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato il reggente del clan Amato-Pagano: era ricercato dal 2009

Carmine Amato, 30 anni, si trovava in una villetta, in prossimità di una cava di tufo, ai Camaldoli. Inserito nell'elenco dei cento latitanti più pericolosi, è accusato di associazione per delinquere di tipo mafioso, traffico di droga ed omicidio

La squadra mobile di Napoli ha catturato in queste ore Carmine Amato, 30 anni, reggente del clan camorristico Amato-Pagano. L'uomo si trovava in una villetta, in prossimità di una cava di tufo, nel quartiere collinare dei Camaldoli.

Ricercato dal 2009, Amato era inserito nell'elenco dei cento latitanti più pericolosi. È accusato di associazione per delinquere di tipo mafioso, traffico di droga ed omicidio.

Assieme a lui la polizia ha arrestato anche un altro latitante, Daniele D'Agnese, di 27 anni, ricercato dal maggio del 2009, accusato di associazione per delinquere di tipo mafioso e traffico di droga. Nella villetta, inoltre, sono state trovate due pistole modificate per il tiro a raffica.
 

Amato è uscito dalla questura indossando una maglietta con James Dean. Insieme a lui D'Agnese, avvicinato da quattro suoi sodali che lo hanno abbracciato e baciato. Un bacio 'camorrista' interrotto dall'intervento di una funzionaria. (Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lotto, estrazione di giovedì 15 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento