rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Pianura Pianura / Via Vicinale Torciolano

Abusivismo, riprendono gli abbattimenti: a Pianura giù due villette

Circa 50 gli agenti della polizia municipale, diretti dal generale Luigi Sementa, impegnati nelle attività in corso dalle due di stamattina in via Torciolano. Al momento le operazioni si stanno svolgendo regolarmente

Abbattimento di due ville abusive oggi a Pianura. Le operazioni sono condotte dalla polizia municipale. Circa 50 gli agenti della polizia municipale, diretti dal generale Luigi Sementa, impegnati nelle attività in corso dalle due di stamattina in via Torciolano. Le ville - entrambe costruite su un unico livello e di circa 120 metri quadrati - erano state edificate su suolo agricolo, erano state già sottoposte a sequestro e piantonate dai vigili urbani 24 ore su 24 su disposizione della Procura di Napoli.

Al momento le operazioni si stanno svolgendo regolarmente: si sta procedendo all'abbattimento di una villa che era già stata sgomberata. In seguito, nel corso della mattinata, si procederà alla demolizione di un'altra villa abitata da un nucleo familiare composto da quattro persone. Secondo quanto accertato dai vigili urbani, nella stessa zona le ville sono riconducibili ad uno stesso nucleo familiare; é da circa un anno che si sta procedendo al sequestro e abbattimenti di tali edifici.

Le costruzioni per le quali si sta procedendo quest' oggi erano state edificate abusivamente su suolo a destinazione agricola; il primo sequestro risale al 2009 e da allora erano divenute oggetto di piantonamento 24 ore su 24 da parte della Polizia Municipale.


Gli abbattimenti in corso si inseriscono in una lunga attività di contrasto all' abusivismo edilizio nel quartiere Pianura; a seguito della lottizzazione dei terreni furono costruite abusivamente diverse villette, tutte riconducibili a famiglie tra loro imparentate. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusivismo, riprendono gli abbattimenti: a Pianura giù due villette

NapoliToday è in caricamento