menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anziana uccisa a Pianura: omicidio avvolto nel mistero

Confermata l'ipotesi dell'omicidio di Annunziata Valente, la donna trovata morta in casa a Pianura. Omicidio sia per come è stata ritrovata, sia per il fatto che sono state riscontrate due forti contusioni alla testa, una alla fronte e una alla nuca

E' ancora mistero sulla morte di Annunziata Valente, la donna di 76 anni, trovata morta in casa sua in via Aida a Pianura . In casa non ci sono segni di effrazione, tutto è in ordine e persino i tre figli della vittima, giunti sul luogo, hanno confermato ai carabinieri che dall'appartamento non sono sono stati sottratti oggetti. E il giallo si infittisce. Molti elementi fanno pensare a un omicidio, forse per rapina. Ipotesi che è stata confermata: sia per le modalità con cui la busta di plastica era avvolta alla testa, sia per il fatto che sono state riscontrate due forti contusioni alla testa, una alla fronte e una alla nuca. Tale circostanza fa escludere che l'anziana donna possa essersi ferita da sola battendo la testa sul pavimento.

La donna è stata ritrovata dai carabinieri, allertati dai vicini, preoccupati perché non vedevano la signora da qualche giorno. Era in casa, dietro la porta di ingresso: la testa era rinchiusa in una busta di plastica, ben legata. Il fatto che sulla porta non siano stati individuati segni di effrazione, è ipotizzabile che la vittima conoscesse il malvivente che l'ha uccisa. Sarebbero state trovate anche delle tracce di sangue, il che rende probabile che ci sia stata una colluttazione, che la donna sia stata picchiata.

Nel quartiere c'è incredulità. Tutti conoscevano Annunziata Valente. Era benvoluta da tutti e la sua vita la descrivono come normale. In tanti, oggi, si sono raggruppati sotto l'abitazione dell'anziana, in via Aida. Vicini che in queste ore sono stati sentiti insieme allo stesso figlio dai carabinieri, al fine anche di ricostruire l'ultime ore di vita della donna. Nessuno, proprio in virtù della sua normalità, sa darsi una spiegazione.
Intanto padre Salvatore Russolillo, della parrocchia Santa Famiglia, descrive l'atmosfera di Pianura, "piena zeppa" di paura.


AGGIORNAMENTO:

L'omicida, Gianluca Foti, dopo diverse settimane, si è consegnato spontaneamente ai carabinieri e ha confessato tutto.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento