menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bloccato dai carabinieri: il quartiere insorge e li aggredisce

Un giovane di 23 anni, in auto, non si ferma all'alt dei carabinieri perché ha della droga in tasca: quando i militari riescono a fermarlo, la gente del quartiere scende e si lancia in sua difesa

A Pianura, un giovane di 23 anni non si è fermato all'alt dei carabinieri che, però, sono riusciti a bloccarlo, a quel punto la gente del quartiere è scesa in strada e ha aggredito i carabinieri.

Due degli aggressori sono stati denunciati per i reati di violenza, minaccia, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Inoltre, i carabinieri di Bagnoli insieme ai colleghi della compagnia speciale, hanno tratto in arresto in flagranza di reato Umberto Lo Prete, del posto e già noto alle forze dell'ordine.

Alla guida di un'Alfa Mito di sua proprietà, il giovane ha forzato un posto di controllo, costringendo un carabiniere a buttarsi a terra per evitare l'impatto con la vettura; nella caduta il militare ha riportato lesioni ritenute guaribili in 10 giorni. I carabinieri hanno inseguito il giovane e lo hanno bloccato. Nel corso di una perquisizione personale, lo hanno trovato in possesso di 1 grammo di hashish tenuto nella tasca dei pantaloni.


Nel corso delle operazioni di rito si sono radunate sul posto numerose persone che con minacce e spinte hanno tentato di ostacolare i carabinieri; l'intervento di pattuglie del nucleo radiomobile ha fatto disperdere il gruppo di violenti. Nel corso delle fasi concitate dell'arresto, un appuntato del nucleo radiomobile ha riportato lesioni guaribili in 7 giorni. La droga e l'autovettura sono stati sottoposti a sequestro. L'arrestato è in attesa di rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento