Fuorigrotta Bagnoli / Via John Fitzgerald Kennedy

Zoo ed Edenlandia, la lunga agonia: a rischio 70 dipendenti

Se entro il 31 gennaio non perverrà una proposta concreta di acquisto, i lavoratori saranno licenziati e gli animali spostati in altre strutture. "Nell'ultimo mese gli incassi sono stati molto bassi"

Zoo

Se entro il 31 gennaio non vi saranno proposte concrete sulla gestione dello Zoo di Napoli e del parco dei divertimenti Edenlandia, i dipendenti saranno licenziati. A spiegarlo è la Slc-Cgil che, con i rappresentanti di tutte le sigle sindacali, ha incontrato nelle scorse ore il giudice che si occupa del fallimento dell'ex società di gestione delle due strutture di viale Kennedy, la Park and Leisure.

"Alla scadenza dell'ulteriore proroga concessa dal giudice al curatore fallimentare per la gestione controllata delle due strutture - spiega la Cgil - ovvero al 31 gennaio, se non perverrà una proposta concreta di acquisto i dipendenti saranno licenziati e gli animali spostati in altre strutture". A perdere il posto di lavoro saranno in 70: 10 i lavoratori dello Zoo, 60 quelli del parco dei divertimenti.


"Una proposta pare sia arrivata - spiega ancora Gilda Langella della Slc-Cgil - purtroppo non c'é stato accordo sulla cifra per la locazione dei suoli che sono della della Mostra d'Oltremare". Intanto i lavoratori sono in stato di agitazione. "Nell'ultimo mese gli incassi della struttura sono stati molto bassi  a fronte di una cifra di gestione che si aggira intorno ai 50 mila euro solo per lo zoo. Mancano 15 giorni aspettiamo che le istituzioni facciano intervengano". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zoo ed Edenlandia, la lunga agonia: a rischio 70 dipendenti

NapoliToday è in caricamento