Fuorigrotta Fuorigrotta / Via Campegna

Fuorigrotta, vasi e oggetti sui passanti: a lanciarli un ex militare

Il fatto da un'abitazione in via Campegna. Grazie all'intervento di una donna della Polizia, il 37enne si è tranquillizzato e ha accettato il ricovero ospedaliero presso una struttura idonea

Un ex militare con problemi psichici - riformato dopo essere stato in missione in Bosnia - é stato salvato oggi dagli agenti del commissariato "San Paolo". Il 37enne aveva iniziato a lanciare vasi da fiori e oggetti pesanti dal balcone del secondo piano della sua abitazione di via Campegna, nel quartiere Fuorigrotta, con il rischio di ferire o uccidere qualcuno. Un vaso, infatti, ha sfiorato un uomo che per fortuna è rimasto illeso.


Quando la polizia ha bussato alla porta del suo appartamento l'ex militare non aveva nessuna intenzione di aprire. E' stato grazie all'intervento di una donna della Polizia di Stato, un sostituto commissario, la quale, con pacatezza, è riuscita a tranquillizzare e dialogare con il 37enne. L'uomo, rassicurato dagli agenti, ha aperto brevemente la porta di casa, accettando di parlare sul ballatoio. E' stato in quel momento che i poliziotti si sono accorti che l'ex militare era armato di un coltello di 30 centimetri e minacciava di tagliarsi una mano, qualora gli agenti fossero entrati in casa. Poco dopo il 37enne ha chiuso la porta interrompendo le comunicazioni. A quel punto i poliziotti hanno richiesto l'intervento dei Vigili del Fuoco al fine di accedere nell'abitazione. Con l'aiuto di un medico, giunto nel frattempo, gli agenti sono entrati in casa e, dopo un secondo approccio verbale, sono riusciti a disarmarlo ed a convincerlo di accettare il ricovero ospedaliero presso una struttura idonea. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuorigrotta, vasi e oggetti sui passanti: a lanciarli un ex militare

NapoliToday è in caricamento