Fuorigrotta Fuorigrotta / Piazzale Tecchio

Stadio San Paolo, arrivano gli ispettori Uefa: domani giorno decisivo

I lavori per ottenere l'agibilità dell'impianto sono proseguiti anche lo scorso weekend. Fondamentale l'appuntamento di domani, poi bisognerà consegnare la documentazione alla Lega Calcio entro il 10

Stadio San Paolo

Perché il Napoli giochi al San Paolo la prossima stagione, e quindi il calcio resti in città, sono giorni decisivi. Domani è attesa la nuova visita dei tecnici Uefa, mentre entro il 10 luglio va consegnato alla Lega Calcio il certificato di agibilità.
In vista dei due cruciali appuntamenti, i tecnici del Comune di Napoli hanno lavorato all'impianto di Fuorigrotta anche durante lo scorso weekend. La corsa contro il tempo di ingegneri e i tecnici del servizio progettazione, realizzazione e manutenzione del Comune, è volta soprattutto a certificare la stabilità della struttura: tutti i settori dello stadio sono stati sottoposti in questi giorni a prove di carico con l'utilizzo di grandi bidoni pieni d'acqua, utili a metterne alla prova la resistenza al peso ed alle sollecitazioni.vProseguono anche i carotaggi, con il prelievo di cilindretti di cemento sia in verticale che in orizzontale. Questi vengono poi analizzati per accertarne la compattezza e la resistenza.

Alla fine dei test, gli ingegneri del Comune redigeranno la loro relazione tecnica, che verrà allegata alla documentazione da trasmettere alla Prefettura di Napoli che presiede la commissione provinciale di vigilanza, di cui fanno parte, tra gli altri, anche i vigili del fuoco che devono fornire la certificazione sul rispetto della normativa antincendio. Sarà quindi la commissione, in caso di esito positivo, a rilasciare l'agibilità dello stadio. Un'iter lungo, sulla positiva conclusione del quale, l'assessore allo sport del Comune di Napoli Pina Tommasielli ha espresso un "cauto ottimismo", mentre il sindaco de Magistris si è detto “fiducioso”. “Non voglio proprio immaginare che il prossimo anno non si giochi nella nostra città – ha puntualizzato l'ex magistrato – il certificato di agibilità non è una cosa da poco, ma ho fiducia che riusciremo ad ottenerlo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio San Paolo, arrivano gli ispettori Uefa: domani giorno decisivo

NapoliToday è in caricamento