FuorigrottaToday

Bagnoli, in attesa del Primo Maggio occupate Porta del Parco e Centro per l'Impiego

La manifestazione simbolica è stata portata a termine in mattinata dai ragazzi del Laboratorio Politico Iskra. Un prologo alla manifestazione di domani che partirà da piazzale Tecchio alle 16

L'occupazione della Porta del Parco (foto@Iskra)

Stamane i ragazzi del Laboratorio Politico Iskra hanno simbolicamente occupato, in vista del Primo Maggio, la Porta del Parco di Bagnoli ed il Centro per l'Impiego di Fuorigrotta. Esposti, in entrambi i luoghi, diversi striscioni di protesta, su tutti “Stop a precarietà e devastazione ambientale”. L'iniziativa era volta a sottolineare l'appuntamento di domani a piazzale Tecchio, con la grande manifestazione indetta dai comitati cittadini ed in particolare da quelli dalle X Municipalità. Un “Primo Maggio dei precari”, che punterà il dito soprattutto contro il Jobs Act voluto dal governo Renzi.

La crisi continuiamo a pagarla solo noi lavoratori, precari e disoccupati”, spiega il Laboratorio Politico Iskra. “A Bagnoli e nell’area flegrea, dopo decenni di promesse su un rilancio produttivo e occupazionale a partire dalla riconversione dell’ex-area Italsider – proseguono – i nostri territori restano dei cimiteri urbani in cui regna il degrado, l’inquinamento e la devastazione ambientale”. La Porta del Parco, la prima struttura occupata in mattinata, è da sempre ritenuta uno dei simboli della mancata riqualificazione del quartiere ex industriale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nel salernitano, muore per Covid-19 una 33enne avvocato incinta

  • Vietato uscire a Natale e a Capodanno fuori dal comune: "Non sarà possibile raggiungere i nonni"

  • Revenge porn, arrestato un 43enne. Diffusi sui social video intimi con la moglie

  • Sindrome di Kawasaki (o simil Kawasaki): 5 i casi a Napoli

  • Scossa di terremoto nella zona flegrea: l'evento sismico avvertito dalla popolazione

  • Le migliori dieci canzoni su Diego Armando Maradona: la classifica

Torna su
NapoliToday è in caricamento