rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Fuorigrotta Fuorigrotta / Piazzale Vincenzo Tecchio

Stadio San Paolo, annullato il sequestro di 5 milioni al Napoli

La decisione è della Corte dei conti: la società di De Laurentiis non avrebbe debiti pregressi con il Comune, avendoli saldati con lavori di manutenzione dell'impianto di Fuorigrotta

Cinque milioni di euro, la cifra di cui la procura aveva chiesto il sequestro per debiti verso il Comune riguardanti il fitto del San Paolo, ritornano nelle casse della Società Sportiva Calcio Napoli: accolto quindi, dalla Corte dei conti, l'appello della società di Aurelio De Laurentiis.

La tesi difensiva degli avvocati Antonio Nardone e Giuseppe Ciceri e accolta dai giudici, riguardava sia il difetto di giurisdizione della Corte dei conti, sia l'assenza di debiti nei confronti del Comune, in quanto la società di proprietà Filmauro avrebbe provveduto a lavori ordinari e straordinari di manutenzione dell'impianto di Fuorigrotta, pareggiando debiti e crediti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio San Paolo, annullato il sequestro di 5 milioni al Napoli

NapoliToday è in caricamento