Venerdì, 14 Maggio 2021
Fuorigrotta Bagnoli / Via John Fitzgerald Kennedy

Fiera della Casa: la magia dei prodotti "miracolosi"

Colle, tappeti, forbici, affettatutto e coperchi: il trionfo dei prodotti che promettono miracoli. Così la gente sogna di uscire dalla crisi che colpisce anche il settore della Fiera della Casa, giunta alla 56^ edizione. Resistono parcheggiatori abusivi e bagarini

Il biglietto d'ingresso costa meno del parcheggio. Tre euro (cinque il sabato e la domenica) per accedere alla Fiera della Casa, giunta alla 56^ edizione, nei padiglioni della Mostra d'Oltremare. Quattro euro, invece, per la sosta delle autovetture all'interno. In tanti l'hanno notato, ma la politica del prezzo ridotto è stata adottata già da qualche anno per tenere alta l'affluenza che rischiava di andare a picco. Certo, per molti la Fiera della Casa è un appuntamento fisso, storico, una sorta di tradizione da rispettare, e la gente che la visita è sempre tanta, anche per ricordare i tempi in cui al mattino, in occasione della manifestazione, la Rai trasmetteva bellissimi film in bianco e nero.

"Eppure -dice uno degli espositori all'interno-, la crisi si sente anche qui, eccome. La gente pensa prima a mangiare, poi, magari, a cambiare il tavolo della cucina". Crisi, dunque, anche qui, e come dubitarne? Girando per i padiglioni all'interno della Mostra se ne ha la conferma: non c'è la folla di un tempo, eppure c'è l'aria condizionata, e in molti passano, guardano ma non comprano. Al limite, si fermano a guardare i passi di danza della ballerina che "anima" uno stand che vende divani. Non resta che tuffarsi nel mondo della magia. Chiudere gli occhi, e…sognare. All'esterno dei padiglioni, tutto è magico. Sono gli stand dei miracoli, delle novità, del "visto in tv". Sono loro quelli che attirano più gente, anche perché i prodotti costano poco, e la gente acquista e sogna. Ecco, dunque, la colla miracolosa, il panno magico, l'affettatutto, il super-sottovuoto, la spazzola che toglie i pelucchi, la crema che fa tornare a splendere gli anelli, le forbici che tagliano pure l'acciaio, la padella che cucina da sola, il panno che lava i pavimenti senza sforzo e via dicendo. I venditori sono una sorta di mix tra gente dello spettacolo e piazzisti: sono bravissimi ad attirare il pubblico, fatto molte volte anche di bambini che restano incantati a vedere le fiamme che non bruciano il panno miracoloso o la colla "azzeccatutto" che attacca anche i tubi di ferro in un secondo.


E così tutti a provare i coperchi, i tappeti, le gomme: è tutto magico, geniale, speciale, rivoluzionario. Le scritte pubblicitarie sono più o meno tutte uguali: non c'è prodotto che non sia stato visto alla televisione, che non prometta miracoli o che non sia unico. L'affettatore di ananas è tra quelli che riscuote più successo, ma è anche quello che forse investe più soldi nelle sue "rappresentazioni": "Molte volte la gente guarda e non compra -dice il signore che vende quello in plastica, che non si ossida-. Eppure, io gli ananas per le dimostrazioni li pago, eccome…". Il panno per lavare i pavimenti senza sforzo? Le casalinghe vanno in cerca solo di quello, e ne trovano di vari tipi. "E' magico -dice la donna che li vende-. Lava da solo..:". Un mondo di magia, dunque, alla Fiera della Casa, per scacciare gli spettri della crisi. Peccato, però, che all'esterno, nessuna magia riesca a far sparire i parcheggiatori abusivi e i bagarini. Lì, altro che magia…

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera della Casa: la magia dei prodotti "miracolosi"

NapoliToday è in caricamento