menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacce ed estorsioni a due commercianti: 45enne in manette

Il GIP del Tribunale di Napoli ha convalidato il provvedimento precautelare e ha disposto la sua custodia nel carcere di Secondigliano

Prima la richiesta di pagamento dell’"assicurazione", poi le minacce di morte ai 2 titolari di altrettante attività commerciali di Fuorigrotta hanno portato all’arresto, operato dai Carabinieri della Stazione Fuorigrotta, di un 45enne già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio, tra i quali rapine ed estorsioni. Scarcerato di recente e sottoposto alla libertà vigilata, si era recato più volte nello stesso giorno in due esercizi commerciali attigui di Fuorigrotta.

Nelle attività aveva chiesto di parlare con i proprietari per l’ “assicurazione” contro eventuali “incidenti”. Era stato invitato ritornare perché i proprietari non c’erano Poco dopo era tornato alla carica impugnando una pistola e aveva rinnovato la richiesta del “pizzo”, giurando sul fratello morto che avrebbe ucciso i negozianti se non gli avessero consegnato 1.000 euro l’uno, con tanto di plateale bacio a una medaglietta con la foto del defunto portata al petto con una collana.

Dopo aver ricevuto un “acconto” si era allontanato dicendo che sarebbe tornato a riscuotere il resto. I Carabinieri, ricevuta la denuncia, si sono subito messi all’opera per la sua identificazione e hanno sottoposto ai negozianti un album fotografico. Tra le foto i malcapitati hanno individuato il 35enne che è stato rintracciato e sottoposto a fermo d’indiziato di delitto. Il GIP del Tribunale di Napoli ha convalidato il provvedimento precautelare e ha disposto la sua custodia nel carcere di Secondigliano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento