Lunedì, 17 Maggio 2021
Fuorigrotta Bagnoli / Via Circonvallazione della Caserma di Cavalleria

A Cavalleggeri c'è una discarica abusiva di rifiuti speciali

Via Caduti di Nassiriya: a pochi passi dalla caserma dei carabinieri centinaia di metri di strada sono invasi dai rifiuti. Tra questi, numerosi sacchi bianchi per la raccolta di scarti speciali

Sacchi in via Caduti di Nassiriya

Una discarica di rifiuti speciali, abusiva ed a cielo aperto. Si trova nella X Municipalità di Napoli, a Fuorigrotta, in via Caduti di Nassiriya. Quasi un chilometro di strada, in due dei quattro tratti che costeggiano la caserma dei carabinieri, totalmente invaso da scarti di ogni tipo: elettrodomestici, copertoni, mobili, televisori, computer, indumenti, materiali edili. E sacchi bianchi, quelli adibiti alla raccolta dei rifiuti speciali: a centinaia, a poche decine di metri dalle abitazioni.

L'ex Eternit è a pochi passi, così come il mai aperto Parco dello Sport. Il simbolo su quei “Big Bag” è inequivocabile: la “R” nera su sfondo giallo si legge “rifiuti speciali”. Materiale che andrebbe classificato secondo la normativa europea e poi conferito alle aziende preposte allo smaltimento. Che si tratti di rifiuti pericolosi o meno è difficile stabilirlo. Di certo c'è solo che quei Big Bag non sono comuni sacchetti per l'immondizia, non proprio alla portata di ogni cittadino.


Alcuni sacchi contengono copertoni, altri legna, altri ancora materiale probabilmente proveniente da un ufficio. Un sacco, un po' in disparte, nasconde delle mascherine, totalmente ricoperte di polvere. Alcuni sono lacerati, e lasciano che il loro contenuto invada la strada e la folta vegetazione circostante.

Le buste bianche sono lì da tempo. Qualcuno, di tanto in tanto, dà fuoco a quanto è stato abbandonato in strada. E ne appaiono altre, depositate nottetempo da chi sfida la presenza dei carabinieri a pochi metri e le pesantissime pene previste (reclusione da tre mesi a due anni, multe da 2mila a 26mila euro). Basta guardare su Google Map le immagini di quella che sul sito viene ancora chiamata con la sua vecchia denominazione, ovvero via Circonvallazione della Caserma di Cavalleria. Le foto, scattate nel luglio 2012, mostrano altri sacchi, depositati in punti diversi. Come se si trattasse di una discarica vera e propria, dove conferire sempre nuovo “materiale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Cavalleggeri c'è una discarica abusiva di rifiuti speciali

NapoliToday è in caricamento