menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Faida di Cavalleggeri, tentò di uccidere il figlio del boss: arrestato

In manette l'uomo che, secondo le forze dell'ordine, lo scorso primo maggio sparò tre colpi di pistola all'indirizzo di Giuseppe Giannelli

Stamattina i carabinieri della Compagnia di Bagnoli hanno messo in manette un uomo per tentato omicidio. Avrebbe, secondo la Direzione distrettuale antimafia che ne ha richiesto al Gip di Napoli di ordinarne l'arresto, attentato alla vita di Giuseppe Giannelli, figlio 17enne di quell'Alessandro a capo dell'omonimo clan camorristico di Cavalleggeri. Alessandro Giannelli è stato di recente arrestato per estorsione aggravata.

Le indagini che hanno portato all'arresto dell'uomo si sono basate anche su intercettazioni ambientali. L'uomo sarebbe l'esecutore materiale del tentato omicidio avvenuto a Cavalleggeri lo scorso primo maggio, quando fece fuoco tre volte all'indirizzo di Giuseppe Giannelli mentre il giovane era in sella al proprio scooter.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid in Campania, il bollettino: più di 2mila positivi e 14 decessi

  • Cronaca

    Scavi di Pompei, emerge un carro cerimoniale perfettamente conservato

  • Attualità

    Galleria Vittoria, presidio del Pd: "Napoli deve tornare percorribile"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento